unione europea roaming

L’abolizione del roaming nell’UE potrebbe essere rinviata al 2018

Lorenzo Quiroli

Anni fa gioimmo per la proposta di abolire i costi di roaming nell’Unione Europea, ma il sogno non si realizzerà così facilmente: se infatti il termine avrebbe dovuto essere Natale di quest’anno, ora si vaglia una proposta redatta dalla presidenza lettone che vorrebbe rimandare il tutto al 2018.

LEGGI ANCHE: Calano i costi di roaming

Sia chiaro, al momento è solo una proposta, dunque nulla di ufficiale, ma si dice che essa abbia riscosso molto successo all’interno del consiglio UE. In sostanza essa chiede di modificare prima i prezzi che gli operatori pagano per offrire il roaming, poi quelli sostenuti dal cliente, in modo che essi non siano in perdita rispetto al servizio che offrono; una precauzione giusta, ma che allungherebbe appunto i tempi fino al 2018.

Nella stessa bozza ci sono anche le norme riguardanti la neutralità della rete, altro argomento delicato tra quelli al vaglio, ma almeno su quello sembra che ci sia una certezza chiarezza d’intenti, anche se ne sapremo di più verso fine mese quando sarà presentata una bozza.

Fonte: Repubblica