softcard

Google potrebbe acquisire Softcard e rilanciarsi nel mondo dei pagamenti

Lorenzo Quiroli

Google sarebbe interessato nell’acquisizione di Softcard, una compagnia americana (precedentemente nota come ISIS, ma poi rinominata per evidenti motivi) nel settore dei pagamenti per smartphone nata dalla joint venture tra AT&T, T-Mobile e Verizon, tre dei principali operatori telefonici americani che si opposero strenuamente a Google Wallet.

Nonostante l’investimento in Softcard sia costato centinaia di milioni di dollari, il valore dell’azienda sarebbe addirittura inferiore ai 100 milioni, segno che essa è in perdita (si parla di 15 milioni al mese).

LEGGI ANCHE: La Google Wallet Card diventa realtà

Google potrebbe essere interessato particolarmente ai brevetti più che all’azienda stessa, o meglio alle applicazioni dei brevetti in fase di approvazione; potrebbe essere dunque un nuovo capitolo della storia di Google nel settore dei pagamenti NFC? Potrebbe, certamente, ma difficilmente a noi italiani cambierà qualcosa.

Fonte: Techcrunch