razer osvr 1

Razer OSVR vuole essere l’Android della realtà virtuale (foto)

Lorenzo Quiroli

Se inizialmente la realtà virtuale era quasi un sinonimo di Oculus, ad oggi le proposte che il mercato offre stanno diventando molteplici: da Google con il proprio Cardboard, passando per il Gear VR di Samsung. Ora Razer mostra la propria mano, ma non si tratta di un dispositivo, bensì di una piattaforma open-source per la realtà aumentata chiamata OSVR.

LEGGI ANCHE: Razer presenta una console con Android TV

Razer la definisce come l’Android della realtà virtuale e sebbene il paragone sia impreciso (dato che non è un OS ma una piattaforma di sviluppo), il concetto rende bene l’idea: ci sono plugin in lavorazione per Unreal Engine 4 e Unity 3D Engine, e creando un gioco potrete portarlo facilmente su più dispositivi, con OSVR che si preoccuperà di ottimizzarlo (funzionando sia su Windows che su Android o Linux).

Un’idea interessante ma ancora in corso d’opera: il kit per sviluppatori sarà rilasciato a giugno per 199 dollari, mentre il software arriverà a marzo: il successo del progetto dipenderà dunque dalle aziende disposte a sposarlo, e per ora Razer sembra essere sulla buona strada grazie all’appoggio di Leap Motion, Virtuix e della International Game Developers Association.

Fonte: The Verge
CES