Monument Valley RED Copertina

Monument Valley: su Android le copie pirata sono (forse) pari al 95%

Lorenzo Delli

Torniamo nuovamente a parlare di pirateria e purtroppo Android è nuovamente protagonista della vicenda. Scaricare copie pirata di giochi e applicativi per la nostra amata piattaforma è un’operazione sempre più semplice e alla portata anche degli utenti più inesperti, ed era logico quindi aspettarsi che un prodotto così celebre come Monument Valley fosse tra quelli più scaricati illegalmente. La conferma arriva proprio dalla software house Ustwo, responsabile del celebre puzzle game.

LEGGI ANCHE: Ecco perché i livelli conclusivi di Monument Valley non arriveranno su Android

Ustwo, con due tweet, specifica la percentuale di copie illegali a fronte di quelle acquistate regolarmente dal Play Store per Android di Monument Valley, sottolineando come da tali percentuali siano escluse le copie gratuite regolarmente scaricate grazie alla promozione disponibile a suo tempo su Amazon App-Shop.

Monument Valley Tweet Pirata

Una percentuale, il 95% a fronte del 60% su iOS, davvero troppo alta, specialmente per un gioco che a detta sia della stampa specializzata sia dei (pochi, almeno su Android) utenti paganti è uno tra i migliori del 2014. Si tratta, come spesso specifichiamo, di un argomento particolarmente spinoso, e non è certo la prima volta che software house e sviluppatori si lamentano del incredibile tasso di pirateria che affligge i giochi dedicati ad Android. C’è un ma: leggete il tweet che vi riportiamo qui di seguito.

Monument Valley WTH Pirata

Pare che questo fantomatico 95% non si riferisca solo alle copie pirata di Monument Valley, ma alle così dette “Unpaid installs“, ovvero le installazioni “senza pagare” del gioco. Ma a cosa si riferiscono i ragazzi di Ustwo in particolare? Pare che in tale conteggio si debbano considerare anche le installazioni su più dispositivi (un utente, una volta acquistato il gioco, può installarlo su più smartphone e tablet Android), le installazioni del gioco a seguito di un factory reset e anche tutte le volte che Monument Valley è stato reinstallato sui vari dispositivi ad esempio per acquistare e giocare l’espansione Forgotten Shores. Il tasso di pirateria su Android è senza dubbio altissimo, ma non sarebbe meglio verificare i dati primi di esibirsi in tali affermazioni che, tra l’altro, nel giro di poche ore, hanno fatto letteralmente il giro del mondo? Ai posteri (e a voi lettori) l’ardua sentenza.

Monument Valleytwitter