android tablet smartphone thinkstock final

Quali app richiedono più permessi? Ce lo svela un’infografica (spoiler: Facebook è sul podio)

Nicola Ligas -

Quali sono le applicazioni che potenzialmente possono accedere alla maggior parte dei nostri dati personali? In teoria quelle che hanno più permessi. E quali sono quelle che hanno più permessi? Ce lo dice una ricerca di Vocativ, riassumendo in un’infografica non solo le app col maggior numero di permessi ad oggi (possono crescere o diminuire con un semplice aggiornamento), ma anche quelle potenzialmente più invasive.

LEGGI ANCHE: Come effettuare il downgrade di un’app

Tra questi troviamo la lettura dei contatti, dei messaggi di testo, del registro delle chiamate e l’accesso al microfono, permessi che app come Viber e Facebook collezionano tutti. WhatsApp si accontenta di contatti e microfono, mentre a Facebook Messenger mancano solo i log delle chiamate.

Sia chiara una cosa: demonizzare l’uso dei permessi è sbagliato. Un’app per funzionare ha bisogno di accedere a certe parti del sistema, che spesso possono anche sfuggire alla semplice intuizione dell’utente comune. Detto questo, è sempre bene controllare di cosa un’app ha bisogno, anche quelle più famose, perché se una torcia vuole accedere a vita morte e miracoli, forse qualche dubbio è legittimo porselo.

infografica permessi app android

Via: GizModoFonte: Vocativ