7.5

SimCity BuildIt Recensione Copertina

Ecco perché SimCity BuildIt è un buon gestionale free-to-play (Recensione)

Lorenzo Delli -

Anche SimCity, il celebre simulatore di gestione (e costruzione) di una cittadina di Maxis, è entrato nell’era del free-to-play. Non sempre (in realtà quasi mai) questo ingresso però riserva un trattamento equo e rispettoso nei confronti dei grandi classici degli anni 80′ e ’90, che si trovano completamente snaturati a causa di meccaniche che tentano in tutti i modi di indurre il giocatore ad investire i propri risparmi in beni virtuali. Un esempio piuttosto calzante possiamo ritrovarlo in Dungeon Keeper, la cui versione mobile edita guarda caso proprio da Electronic Arts è stata per settimane al centro dell’occhio del ciclone, prima per problemi di valutazione su Android, poi per i giudizi negativi del creatore della versione originale, e, per concludere, persino condannato dall’antitrust inglese e dal CEO del publisher stesso.

LEGGI ANCHE: Godus: la recensione del simulatore di divinità di Peter Molyneux

Capirete quindi quanto SimCity BuildIt, questo il nome della nuova trasposizione mobile del gioco, fosse a rischio. Se ci seguite con costanza, saprete che avevamo già testato il titolo durante la sua fase di beta privata (quasi due mesi fa) e che eravamo rimasti positivamente colpiti dalle meccaniche di gioco. Vediamo se a distanza di due mesi SimCity BuildIt è riuscito a mantenere quelle caratteristiche che lo rendevano appunto un buon gestionale free-to-play o se, a lungo andare, tali meccaniche inducono il giocatore a spese folli e a tempi di attesa biblici.

Senza ulteriori convenevoli, siamo rimasti positivamente colpiti da SimCity BuildIt, anche a distanza di due mesi dalla creazione della nostra città. Dobbiamo segnalare sin da subito che, rispetto alla nostra prova della beta privata, Electronic Arts ha cercato di lavorare sulla fluidità e sulla stabilità del prodotto. In tal senso abbiamo notato che sul nostro “povero e vecchio” (almeno secondo le attuali logiche di mercato) ASUS Nexus 7 2013 i dettagli grafici sono stati ridotti all’osso, così come il livello di zoom che non permette all’utente di ammirare la propria città da lontano. Su dispositivi invece più recenti, come ad esempio OnePlus One, possiamo apprezzare tutti i dettagli che potete vedere anche nella nostra video anteprima che troverete al termine dell’articolo. Modifiche quindi atte a migliorare l’esperienze utente finale.

SimCity BuildIt Rece 2

Dopo questa piccola parentesi dedicata alla grafica veniamo al perché riteniamo SimCity BuildIt un valido gestionale free-to-play. Come abbiamo già specificato nella nostra anteprima, si tratta di una versione di SimCity per certi versi estremamente semplificata. La gestione della città è di fatto alla portata di tutti: se avete provato ad esempio SimCity 2000, testando con mano questa nuova versione mobile sarete accolti da meccaniche molto più semplici di quelle previste nella vecchia edizione per la gestione dell’energia, delle condutture idriche e degli altri servizi di prima necessità per la vostra cittadina. I tempi di attesa, perché come ogni gestionale free-to-play che si “rispetti” avremo a che fare con i tempi di attesa, non sono improntati sulla costruzione degli edifici, ma bensì sull’accumulo e sulla creazione di risorse. Avremo a che fare con fabbriche, per generare materie prime, e con negozi, per la creazione di beni più complessi.

IL SISTEMA DI COMMERCIO TRA I GIOCATORI FUNZIONA DAVVERO BENE

È vero che procedendo nel gioco, e ampliando sempre di più la nostra cittadina, i beni richiesti per l’evoluzione dei vari edifici sono sempre più complessi da produrre e richiedono spesso attese anche pari a due ore. Sta di fatto però che il sistema di commerciosocial” ideato da Electronic Arts per SimCity BuildIt funziona davvero bene, e grazie alle proposte degli altri giocatori e a quelle mosse anche dalla CPU non sarà poi così complicato accaparrarsi le risorse richieste per terminare la costruzione di un grattacielo o per far partire una spedizione navale di merci, utile a sbloccare un tipo di valuta particolare. Inoltre i tempi di attesa sono ben bilanciati con l’offerta videoludica proposta, visto che di fatto si tratta di un passatempo mobile a cui dedicare qualche manciata di minuti al giorno e non ore e ore di gameplay continuato.

Giudizio Finale

SimCity BuildIt di fatto non offre un qualcosa di realmente originale. Questa versione mobile si discosta dalle controparti per PC e Console a causa del suo livello di difficoltà, visto che di fatto il remake per smartphone e tablet di Electronic Arts si propone come un prodotto adatto a grandi e piccini, un passatempo che si sposa alle perfezione con gli attuali ritmi frenetici e con il panorama attuale dei giochi mobili. Per questo lo abbiamo definito un buon, e non ottimo, gestionale.

EA, a nostro avviso, è riuscita ad impacchettare un prodotto di buona fattura, dotato di uno splendido motore grafico, che cerca di incarnare lo spirito del classico SimCity con le dovute limitazioni imposte dalla piattaforma a cui fa riferimento e dalle sue modalità di vendita. La città che potete osservare negli screenshot che troverete nella galleria sottostante non ci è ovviamente costata neanche un centesimo, e gli appassionati del genere non potranno che ammirare le proprie creazioni con orgoglio.

PRO

CONTRO

  • È SimCity!
  • Gameplay semplice ed intuitivo
  • Ottimo sistema di commercio “social”
  • Motore grafico (adattivo) stupendo
  • Su certi dispositivi la grafica è peggiore
  • Per certi versi fin troppo semplice
  • Non è poi così originale

Google Play Badge

EAvideo