YotaPhone box Final

YotaPhone 2: bello e originale, ma caro come pochi. La nostra anteprima (foto e video)

Nicola Ligas -

Nella serata di ieri si è tenuta a Milano la presentazione ufficiale di YotaPhone 2, il secondo smartphone dell’azienda russa che insiste (giustamente) sul concetto di dual-screen: uno anteriore, classico, di tipo AMOLED full HD, ed uno posteriore e-paper, in grado di mantenere un’immagine fissa per oltre 10 anni senza alimentazione alcuna.

LEGGI ANCHE: YotaPhone 2, la nostra anteprima MWC (foto e video)

Non troppo è cambiato rispetto alla nostra anteprima di febbraio, ma Yota è comunque convinta di aver risolto due problemi precisi degli smartphone odierni: quello dell’autonomia e quello della leggibilità sotto la luce diretta del sole. Chiave di volta: lo schermo posteriore e-paper, che è appunto sia leggibile in condizioni di forte luminosità, come fosse un foglio di carta, che particolarmente parsimonioso in termini di dispendio energetico, dato che viene alimentato solo quando c’è un cambio di immagine e che comunque consuma a prescindere molto meno di un normale schermo retro-illuminato.

Tra le funzioni peculiari di questo smartphone, segnaliamo YotaMirror, che consente di portare l’intera interfaccia di Android sullo schermo e-paper, che volendo potremo usare anche come display principale, pur con tutte le limitazioni del caso, dovute in particolare ai suoi 16 toni di grigio ed al basso refresh. Oltre a questa abbiamo YotaEnergy, che ottimizza ulteriormente il consumo energetico per assicurare un’autonomia ancora maggiore. Se non voleste comunque usare il display e-paper come schermo principale, sono presenti numerosi widget personalizzabili, studiati da Yota, con funzioni quali meteo, email, player musicale e tante altre, oltre al fatto di poter inserire un carosello di immagini che in pratica trasformeranno lo schermo in una cornice digitale in bianco e nero.

Prima di concludere, diamo comunque un ripasso a tutte le caratteristiche tecniche di YotaPhone 2:

  • Schermo frontale: 5” full HD (1.080 x 1.920 pixel) AMOLED con Gorilla Glass 3
  • Schermo posteriore: 4,7” qHD (540 x 960 pixel) E-Paper a 16 livelli di grigio, full touch capacitivo con Gorilla Glass 3
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 800 a 2,2 GHz
  • RAM: 2 GB
  • Memoria interna: 32 GB non espandibile
  • Fotocamera posteriore: 8 megapixel con LED flash
  • Fotocamera frontale: 2,1 megapixel
  • Connettività: Wi-Fi a/b/g/n/ac, Bluetooth Smart, GPS, NFC
  • Dimensioni: 144,9 x 69,4 x 8,95 mm
  • Peso: 145 grammi
  • Batteria: 2.500 mAh con ricarica wireless
  • OS: Android 4.4 KitKat

Disponibilità e prezzo – YotaPhone 2 è già disponibile sul mercato italiano, sia tramite lo store online dell’azienda stessa, che in esclusiva con l’operatore Vodafone ed in partnership con Mondadori ed Ingram, assicurando così allo smartphone una rapida diffusione sul territorio nazionale. Peccato solo per il prezzo di 749€, che lo colloca in una fascia altissima dove non sarà facile affermarsi per un’azienda che è comunque sconosciuta al grande pubblico, ma siamo sicuri che se doveste trovarlo in negozio attirerà facilmente su di sé l’attenzione di tutti i clienti. A seguire, le nostre impressioni hands-on.

YotaPhone 2: video anteprima

YotaPhone 2: foto hands-on


YotaPhone 2: render ufficiali

anteprimavideo