Radio_RAI_App

Dirette e podcast in mobilità con l’app di Radio RAI (foto e video)

Giuseppe Tripodi

La radio, uno dei più importanti mezzi di comunicazione per la storia dell’uomo, vive nella nostra epoca un periodo di lento declino, soppiantata dalle tante nuove tecnologie che hanno preso il suo posto. Ciò nonostante, sono ancora molte le persone che la ascoltano, per abitudine o per passione.

Per tutti gli utenti appassionati ai canali radio RAI, arriva sul Play Store la nuova applicazione che ci permette di portare in mobilità tutte le stazioni radiofoniche dell’emittente nazionale: Radio 1, Radio 2, Radio 3, Fd4, Fd5, Isoradio, GR Parlamento e i tre canali di webradio Rai, Wr6, Wr7 e Wr8.

LEGGI ANCHE: Spotify: in arrivo l’integrazione con Uber, i podcast e qualcosa di magico

Con Radio RAI, oltre a seguire le dirette dei canali in streaming è anche possibile riascoltare le proprie trasmissioni preferite attraverso i podcast; inoltre, tramite il software possiamo consultare la guida dei programmi o visualizzare quelli disponibili on demand.

Per chi ama addormentarsi con la musica, l’app dispone anche di una funzione per stoppare lo streaming audio dopo un tot di minuti; anche a svegliarci ci pensa Radio RAI, che consente di riattivare lo la radio ad uno specifico orario. L’applicazione è disponibile gratuitamente sul Play Store: vi lasciamo con il badge per il download, seguito da un video di presentazione, alcuni screenshot e il comunicato stampa.

Google Play Badge

Più internet in mobilità? Più radio in mobilità con l’app Radio RAI.

Tutte le ricerche ci dicono la stessa cosa: Internet è sempre più mobile. E di conseguenza, la fruizione di contenuti sarà sempre più legata a device che ci porteremo in tasca.

E’ quindi naturale che un mezzo naturalmente ubiquo come la radio investa per essere ancora più nomade, affiancando alle onde radio il web in mobilità.

Del resto, la radio è sempre stata vicina alle persone nel loro movimento; basta pensare alla tipica famiglia di qualche anno fa – in passeggiata domenicale. Con il padre, radiolina all’orecchio, seguire con gusto le dirette sportive di “tutto il calcio minuto per minuto”.

E proprio in questo che è l’anno della radio (140 anni dalla nascita di Guglielmo Marconi, 90° della radiofonia Italiana, 40° compleanno delle radio private) Radio Rai potenzia la sua offerta con la propria app.

La logica è quella di portare la Radio di qualità sempre più vicina al suo pubblico, anche grazie alla nuova incarnazione dell’app, che ci porta la Radio RAI, in modalità crossmediale, sui cellulari e i tablet. Aggiungendo ai contenuti “naturali” un valore aggiunto non banale.

LE PRINCIPALI NOVITA’ DELL’APP RADIO RAI

Oggi è possibile ascoltare in mobilità, in diretta, anche quei canali di Radio RAI che non erano disponibili in radio.

L’app ci permette di accedere a una serie di contenuti multimediali che arricchiscono la fruizione dei programmi, dandoci l’accesso all’intera offerta multimediale disponibile per ogni canale di Radio Rai: Radio 1, Radio 2, Radio 3, Fd4, Fd5, Isoradio, GR Parlamento e i tre canali di webradio Rai, Wr6, Wr7 e Wr8.

Una particolare attenzione è stata dedicata all’informazione con nuove sezioni del Giornale Radio Rai in cui sarà possibile riascoltare e scaricare le ultime edizioni di Gr1, Gr2 e Gr3 e consultare gli archivi delle edizioni dei giorni precedenti.

L’app ci mette a disposizione la Guida Programmi dei prossimi 7 giorni, aprendoci tutto il mondo dei contenuti on demand disponibili per ogni programma (audio delle puntate, video e foto) e l’elenco dei programmi on demand disponibili per ogni canale (sia in onda che web only).

Ovviamente, potremo riascoltare in podcast tutta una serie di contenuti che ci siamo persi “in diretta”.

Con l’app Radio RAI possiamo addormentarci con il nostro programma preferito, e lo smartphone si spegnerà da solo; o usare il nostro device come una vera e propria radiosveglia, che ci farà iniziare giornata svegliandoci con il programma radio RAI che preferiamo.

L’app ci permette di interagire direttamente con i programmi inviando messaggi ai conduttori utilizzando il proprio smartphone e ascoltare in anteprima la playlist musicale dei tre canali radio delle Rai.

Se vogliamo ascoltare Radio RAI in auto, specialmente quei canali che non sono disponibili sulle onde hertziane, l’app propone una Modalità Car – un’interfaccia semplificata per cambiare diretta con un semplice tocco, utile nelle situazioni in cui possiamo (e dobbiamo) prestare poca attenzione alla navigazione dell’app.

L’app è completamente gratuita ed è disponibile per:

  • iOS (iPhone, i Pad…)
  • Smartphone e Tablet Android
  • Kindle Fire
  • Blackberry

Per maggiori informazioni: http://bit.ly/1wNSv1r

video