google-glass-porn

Quale futuro per i Google Glass?

Lorenzo Quiroli

I Google Glass sono un oggetto misterioso nei piani di BigG: presentati al Google I/O del lontano 2012, oggi più che mai rappresentano un punto interrogativo.

Se infatti l’inizio del loro cammino fu costellato da polemiche sulla privacy e da altre discussioni su questo tipo di tecnologia, quantomeno l’interesse era forte, mentre oggi esso sembra essersi spento per colpa proprio di Google.

I Glass sono attualmente in vendita negli Stati Uniti e nel Regno Unito al prezzo di 1.500$, una cifra proibitiva per molte persone che ne compromette la diffusione; inoltre per il momento non è possibile utilizzarli in un’altra lingua che non sia l’inglese, il che è un altro grande limite.

LEGGI ANCHE: Twitter abbandona il supporto ai Glass

Reuters ha contattato i sedici principali sviluppatori di applicazioni per i Glass e nove di essi hanno abbandonato il progetto per la mancanza di interesse oppure per le limitazioni del dispositivo. Altri tre, continuano a sviluppare ma solo per il lato business. Insomma, più che i comuni sviluppatori, che avevano accolto a braccia aperte questo prodotto, ora è l’industria del porno ad attenderla.

La risposta ufficiale di Google è che i Glass sono un progetto in divenire, che verrà lanciato per il pubblico solo quando saranno completamente pronti. Certo, tra ingegneri di BigG che hanno lasciato il progetto, una diffusione a dir poco limitata e un interesse in calo, i Google Glass hanno bisogno di un lancio commerciale al più presto, con un prezzo “umano” in grado di riportare l’attenzione su di loro. Ma questo, forse, lo vedremo solo nel 2015.

Via: Reuters
Google Glass