Nexus 5 lollipop LRX21O final

Android 5.0 Lollipop LRX21O: la nostra prova su Nexus 5 (foto e video)

Nicola Ligas -

Una rapida prova di Lollipop su Nexus 5 era praticamente scontata, soprattutto dopo averne sempre analizzato a fondo tutte le precedenti preview. Non riprenderemo quindi in questo articolo su ogni singola novità già esaminata in precedenza, ma ci soffermeremo su alcune considerazioni pratiche basate anche su domande che voi stessi ci avete posto in questi ultimi tempi che hanno preceduto il rilascio di Android 5.0 Lollipop.

LEGGI ANCHE: Lollipop LPX13D su Nexus 5, la nostra prova (foto e video)

Anzitutto il sistema non è più fluido rispetto a KitKat, o almeno non lo è in maniera così sensibile da dire che lo si noti fin da subito. Mettetevi anche l’anima in pace sugli eventuali comandi vocali always-on, perché a schermo spento non funzionano né lo faranno in futuro (come puntualizzato nei commenti, i comandi vocali funzionano anche a schermo spento solo e soltanto quando il dispositivo è in carica. NdR). E se per caso speravate ancora nel double-tap to wake, rinunciate anche a quello. E infine, visto che siamo partiti con le constatazioni negative, la batteria è ancora deludente, più di quanto abbiamo detto anche nel video a fine articolo: continuando ad utilizzare in modo prolungato lo smartphone, siamo arrivata a 2 ore e mezzo di utilizzo circa prima che la batteria passasse da 100 a 0, ed il tutto senza eseguire sempre compiti particolarmente esigenti. La delusione deriva soprattutto dall’accoppiata ART – Project Volta che speravamo avrebbe inciso di più, anche se non è detto che le cose non possano migliorare in un futuro aggiornamento.

Detto questo, il sistema è bello: la grafica è curata come non mai, la nuova gestione delle notifiche impeccabile (col nuovo lock screen – indicante anche i tempi di ricarica – le notifiche heads-up, e la barra ridisegnata), e smart lock con face unlock è stata una piacevole scoperta, così come il multi-utente e la gestione generale del sistema, più intuitivo e a misura d’utente che in passato. Le novità sotto il cofano (qui le trovate riassunte) sono poi molte, dalla gestione dell’audio a quella dei processi, passando per la crittografia, che su Nexus 5 non è abilitata di default ed il comparto fotografico, senza contare la nuova e bellissima impostazione iniziale del dispositivo, che consente di ripristinare i dati da uno smartphone precedente a nostra scelta.

Prima di lasciarvi alla nostra ampia video prova, solo alcune considerazioni spicciole in materia di performance secondo i benchmark:

  • AnTuTu: 36.316
  • Quadrant: 12.348
  • Vellamo Metal: 1156
  • Vellamo Browser: 2.835
  • 3D Mark Ice Storm Unlimited: 13.294

Tutti valori decisamente superiori a quelli conseguiti in passato, ma che appunto speriamo sappiamo accoppiarsi meglio ad una gestione dell’alimentazione più accurata, vero tallone d’Achille, al momento, di questo Android 5.0 Lollipop LRX21O su Nexus 5.

LG Nexus 5

LG Nexus 5

confronta modello

Ultime dal forum:

Recensionevideo