dizionario

Android dalla A alla Z: cos’è un display AMOLED?

Nicola Ligas -

AMOLED è un acronimo per: active-matrix organic light-emitting diode, che potremmo tradurre con “un diodo ad emissione di luce (LED), organico (OLED), a matrice attiva (AMOLED)”.

Un OLED è un LED nel quale lo strato che emette fisicamente luce è realizzato in un composto organico che emette luce in risposta al passaggio di corrente elettrica. Tra questi, i display a matrice attiva costituiscono appunto gli AMOLED. Active Matrix è un tipo di architettura dei pixel del display in cui ciascuno di questi è collegato ad un transistor e ad un condensatore che mantiene lo stato di ciascun pixel in maniera indipendente da quello degli altri; si contrappone ai display di tipo passivo, in cui lo stato di ciascun pixel non è governato da circuiteria dedicata, il che si traduce in immagini meno luminose e definite rispetto a quelli di tipo attivo.

LEGGI ANCHECos’è uno schermo PenTile RGBW?

L’arrangiamento tipico dei pixel è di tipo PenTile, ma questo non significa che non possano esserci eccezioni. Varie aziende hanno infatti introdotto, nel corso del tempo, variazioni sul tema dell’AMOLED, tra cui: Super AMOLED (Samsung), in cui lo strato che rileva il tocco è integrato nello schermo, Super AMOLED Advanced (Motorola), Super AMOLED Plus, con matrice RGB anziché PenTile, e altri.

Via: WikiPedia