google genoma

Google Genoma, un nuovo strumento di archiviazione per gli istituti di ricerca medica (video)

Lorenzo Quiroli

Google sta dimostrando sempre più interesse per il campo medico e ora ha messo a disposizione un nuovo utile strumento per gli istituti di ricerca, già attivo da un po’ di tempo ma passato fino ad ora inosservato. Si chiama Google Genoma e consente appunto di archiviare i dati contenuti nel genoma umano sui server di BigG, in modo da studiarli in maniera sempre più efficiente.

Potete considerarlo l’equivalente di un Google Drive per la medicina, che permette non solo di caricare dati, ma anche di analizzarli tramite un software apposito implementato nello stesso sito.

LEGGI ANCHE: Nanoparticelle alla ricerca di cancro e altre malattie

Un singolo genoma può occupare circa 100 gigabyte ma dopo aver ripulito i dati grezzi si può arrivare anche a meno di un gigabyte, il cui costo ammonta a 25 centesimi sui server di Google. L’istituto nazionale per la ricerca contro il cancro ha già aderito e sposterà 2,6 petabyte di dati sui server di BigG (speriamo abbiano una buona connessione in upload NdR).

Via: The Verge