aereo final panic

Rimborsi per i voli aerei arrivati in ritardo, grazie ad un’app

Nicola Ligas

Se avete subito dei disservizi nei vostri viaggi aerei (ritardi di più di 3 ore, cancellazioni, smarrimenti, overbooking, ecc.), ma non vi siete mai presi il disturbo di capire se e come avreste avuto diritto ad un rimborso, è arrivata l’app che fa per voi. È stato calcolato infatti che ogni anno in Italia circa 2,9 milioni di passeggeri dovrebbero essere rimborsati per cause simili a queste, e magari nemmeno sanno di poterlo richiedere.

LEGGI ANCHE5 app per… chi vola in aereo

L’idea è di AirHelp, un’azienda danese che ha lanciato il servizio Gmail Searcher, che scansione la nostra casella di posta di Gmail alla ricerca di prenotazioni aeree da verificare: se vengono trovate delle corrispondenze per cui avremmo diritto ad un rimborso, con un paio di clic potremo avviare la procedura di recupero on-line. Sarà AirHelp ad occuparsi praticamente di tutto e ad effettuare il ricorso in sede legale: se questo arriverà, l’azienda tratterrà per sé il 25% della somma (si parla in media di rimborsi da 250-600 euro); in caso contrario il cliente non avrà comunque speso un centesimo.

Potete avvalervi del servizio direttamente via internet, grazie al sito ufficiale, o anche scaricare l’app per Android con il badge sottostante.

Google Play Badge

Via: Repubblica.it