Creative SoundBlaster ROAR 4 copy

Creative SoundBlaster ROAR SR20, la nostra prova (foto e video)

Emanuele Cisotti -

Non è la prima volta che recensiamo speaker bluetooth qui su AndroidWorld e la curiosità quindi per questo SoundBlaster ROAR di Creative è stata da subito alta. Non è il “solito” speaker bluetooth per un paio di motivi: il numero di funzioni che abbiamo a disposizione e le caratteristiche tecniche dello speaker stesso.

Parlando strettamente di audio, il dispositivo è dotato di ben 2 amplificatori audio, uno per le alte frequenze e uno per quelle basse. In questo modo le frequenze vengono riprodotte in modo fedele. Oltre a questo abbiamo ben due driver frontali per le altre frequenze, uno superiore da 2,5″ per le basse frequenze e due radiatori passivi sui lati per aumentare la spazialità del suono (che forse però non è il suo punto più forte). Il volume generato da questo dispositivo è impressionante e la monoscocca in alluminio permette alle singole parti di vibrare il meno possibile e di non “disturbare” il suono con distorsioni involontarie. Anche al massimo volume quindi non vi sono modifiche nel suono che sentiamo. Creative include poi una funzione ROAR (che da il nome al prodotto) e che serve a riempire maggiormente il suono e a farcelo percepire quindi ancora più corposo e alto (in volume), sacrificando un minimo la purezza sonora. Ad una festa, state tranquilli, nessuno se ne accorgerà. Se poi vi aggiungiamo il secondo bottone sul retro, denominato TeraBass, abbiamo completato il quadro. Proprio come ROAR, anche questa funzionalità serve a “gonfiare” il suono, ma in questo caso solo sui bassi. ROAR supporta anche i codec HD aptX e AAC.

Creative SoundBlaster ROAR 9 copy

Dimensioni e peso sono assolutamente in linea con il tipo di prodotto, ma lo rendono probabilmente il prodotto meno “portatile” fra quelli da noi testati, specialmente per il peso di ben 1,1 kg. È quindi un prodotto portabile (vista anche la sua autonomia di ben 8 ore), ma non certo da borsetta. La batteria da 6000 mAh permette poi anche di ricaricare, tramite la porta USB e un cavetto (incluso), il vostro smartphone o tablet (considerate che l’uscita è da 1A e può caricare lentamente il vostro tablet).

Sulla parte superiore è presente il tasto di accensione e l’indicazione NFC. Se poggeremo su quel punto il nostro smartphone con NFC accesso l’accoppiamento fra i due dispositivi sarà automatico. Sul retro è poi presente un selettore fra quattro modalità di utilizzo bluetooth: una libera, una solo per due dispositivi e una solo per dispositivi già accoppiati in precedenza. Comodo se avete amici che si “approfittano” del vostro speaker. Superiormente troviamo il tasto per l’associazione classica via bluetooth (se il vostro telefono non avesse NFC) e per rispondere alle telefonate. A fianco i tasti del volume.

Ma è spostandoci sulla parte posteriore che abbiamo l’imbarazzo della scelta. Il tasto TeraBass se premuto a lungo funge anche da allarme per richiamare l’attenzione, mentre subito sotto troviamo il selettore bluetooth e dei controlli, che purtroppo però non permettono di controllare i brani via bluetooth, ma solo quelli inclusi nella scheda microSD che è possibile inserire in SoundBlaster ROAR SR20 (e farlo diventare indipendente da altre fonti audio). Ancora sotto abbiamo poi una “sezione” di tasti per registrare l’audio dal microfono frontale. L’audio viene registrato a 16Hz in formato WAV, buono per telefonate e registrazioni ambientali, ma non per registrare musica. Nella zona dedicata alle connessioni troviamo anche una porta microUSB per ricaricare il dispositivo o utilizzarlo come speaker tramite audio USB per PC e Mac. Ancora a fianco troviamo un classico “aux in” per collegare via cavo qualsiasi fonte audio e infine un connettore per la ricarica. Come abbiamo accennato potrete anche ricaricare lo speaker via microUSB, anche se in modo leggermente più lento.

Come plus segnaliamo la possibilità di collegare due ROAR SR20 tramite un cavo apposito e realizzare un impianto stereo casalingo ancora più interessante.

Nel complesso Creative SoundBlaster ROAR è il dispositivo audio bluetooth che più ci ha convinto in tutte le nostre prove. Il suono è fedele e alto come volume, ma allo stesso tempo è possibile “pomparlo” ancora di più con le funzioni ROAR e TeraBass. Il numero di funzionalità è poi sterminato (tanto da far sembrare alcune funzioni quasi esageratamente superflue) e tutte di facile utilizzo. La possibilità di utilizzarlo come caricabatteria per il proprio telefono o di essere utilizzato anche su PC tramite audio-USB, lo rendono uno dei prodotti più completi. E il tutto ad un prezzo contenuto, se consideriamo tutto quello che abbiamo detto. SoundBlaster ROAR è in vendita a prezzo scontato a 149€ sul sito Creative. Fino al 31 ottobre è poi possibile acquistarlo con un codice promozionale al 10% di sconto. Il codice è ROARIT10. L’unico motivo per cui potreste preferire un altro dispositivo a questo, nella fascia sotto i 200€ potrebbe essere solo per dimensioni e peso.

Creative