Twitter Goes Public On The New York Stock Exchange

Twitter annuncia Fabric: tre kit per la creazione di app per dispositivi mobili

Nicola Ligas -

Twitter ha annunciato la nascita di Fabric: si tratta di tre kit leggeri e modulari che faciliteranno la creazione di app per dispositivi mobili, allo scopo di semplificarne sia lo sviluppo che di migliorare la qualità per l’utente finale.

Fabric sarà disponibile nelle prossime settimane agli attuali clienti di Crashlytics e MoPub e, più in generale, alla comunità degli sviluppatori. È possibile iscriversi su dev.twitter.com/fabric per ricevere ulteriori informazioni, ed è lì che rimandiamo gli sviluppatori interessati. A seguire il comunicato stampa originale.

Twitter annuncia Fabric

Oggi, in occasione di Flight, Twitter ha annunciato la nascita di Fabric, tre kit leggeri e modulari che faciliteranno la creazione di ottime app mobile, migliorando notevolmente l’esperienza d’uso degli utenti.

La piattaforma Fabric è composta da tre Kit modulari che affrontano alcune delle sfide più comuni e diffuse che ogni sviluppatore deve affrontare: stabilità, distribuzione, ricavi e identità. Fabric combina i servizi di Crashlytics, MoPub, Twitter e altri ancora per assistere gli sviluppatori nella creazione di app più stabili, generare ricavi all’interno dell’ad exchange mobile più grande al mondo, nonché sfruttare i sistemi di login di Twitter e il suo ricco flusso di contenuti in tempo reale, e ottenere quindi una maggiore diffusione dell’app e una creazione più semplice dell’identità degli utenti.

L’installazione di Fabric richiede pochi minuti e la maggior parte delle features necessita solo di poche stringhe di codice. Fabric è oggi disponibile per tutti i partecipanti al Flight, mentre nelle prossime settimane Twitter lo renderà disponibile anche agli attuali clienti di Crashlytics e MoPub e, più in generale, alla comunità degli sviluppatori mobile. E’ possibile iscriversi su dev.twitter.com/fabric per ricevere ulteriori aggiornamenti.

Stabilità: il Kit Crashlytics

Tutte le app crashano. E i crash hanno un impatto molto concreto sull’adozione e la diffusione di un’app. Dal momento che esistono milioni di applicazioni fra le quali scegliere, le persone tendono a ignorare le app che hanno una valutazione scarsa all’interno degli app store. Individuare e risolvere i crash può essere però un processo che può complicato e frustrante. Crashlytics è stato creato per risolvere questo problema. Velocizza i processi di individuazione, accesso e risoluzione dei bug, in modo che gli sviluppatori possano sprecare meno tempo nei debug e focalizzarsi sulla creazione di ottime app.
L’usabilità è un’altra componente cruciale nel lancio di un’applicazione di successo. Grazie a Beta by Crashlytics, si potranno ricevere feedback dagli utenti ancor prima che l’app venga mandata in produzione, e con Answers by Crashlytics, avere analytics in tempo reale ottimizzate per l’app. Il Crashlytics Kit di Fabric – ossia Crashlytics, Beta e Answers – non aiuta solo a produrre app stabili e di alta qualità, ma fornisce anche un quadro a 360° e sempre aggiornato sullo stato di salute della tua app.
Consapevole di quanto sia importante produrre applicazioni di alta qualità, @Spotify sta, ad esempio, utilizzando Crashlytics per creare e testare al meglio i propri prodotti. “Spotify è il più vasto servizio di streaming musicale a pagamento al mondo: è disponibile in 58 mercati, conta più di 40 milioni di utenti attivi e oltre 10 milioni di abbonati a pagamento. Le persone si aspettano che il servizio di streaming musicale sia affidabile e Crashlytics ci aiuta a fornire app della migliore qualità possibile”, afferma Jorge Espinal, Head of Business Development di Spotify.

Distribuzione: il Twitter Kit

Con oltre 2 milioni di app in circolazione – iOS che Android – farsi notare è spesso difficile quanto creare un’app di alta qualità. Ben consapevole di questo, Twitter ha annunciato il Twitter Kit, che include 3 nuovi prodotti.

• Embedding nativo dei Tweet
Fino ad ora, includere i Tweet in un’ app voleva dire centinaia di ore di lavoro. Ora, semplicemente con qualche stringa di codice, è possibile inserire i Tweet direttamente nell’app e perfino personalizzarli in modo che siano in linea con lo stile dell’applicazione. Per esempio, @WSJ già supporta i Tweet nel proprio sistema back-end di gestione di contenuti. Per anni, questo ha permesso al Wall Street Journal di portare la conversazione globale di Twitter all’interno delle sue storie sul web.

  • Compositore di Tweet
    Il compositore di Tweet permette alle persone di condividere momenti importanti – un punteggio sportivo, un traguardo nell’allenamento, un nuovo artista o una nuova canzone preferita – con i propri follower su Twitter direttamente dall’app. Si tratta di momenti che le persone amano condividere, e Fabric rende questa azione più semplice che mai. Anche @Spotify usa il nuovo compositore di Tweet per far condividere con i propri follower la musica preferita.
  • Accesso tramite l’account Twitter
. E’ stato inoltre aggiornato l’accesso via Twitter per rendere l’autenticazione tramite il proprio account ancora più semplice. Dopo l’autenticazione, è possibile importare i profili Twitter all’interno della propria app, permettere agli utenti di condividere link e foto e aiutarli a connettersi con i propri amici e i propri interessi.

Ricavi: il Kit MoPub

Trasformare la propria app in un vero e proprio business può essere un compito scoraggiante ma il Kit MoPub rende più facile e con pochi click l’integrazione delle ads nella propria app.
MoPub è la piattaforma leader di monetizzazione per gli sviluppatori di app mobile, pensata per ottimizzare i ricavi delle app. A differenza di altre piattaforme di monetizzazione, non bisogna limitarsi a un numero ristretto di inserzionisti. E’ possibile lavorare con più network pubblicitari ed entrare in contatto con centinaia di inserzionisti del marketplace di MoPub che fanno a gara fra di loro per essere scelti. E, ancora, meglio, MoPub assicura la massimizzazione dei ricavi mostrando le ads provenienti dagli inserzionisti disposti a pagare di più.

MoPub supporta tutti i principali formati pubblicitari, banners, interstitial, video e native ads – e ha recentemente annunciato una serie di nuove funzionalità che renderanno ancora più facile creare e sperimentare ads native. Con il location control nativo di MoPub adesso è anche possibile scegliere la posizione e la frequenza con cui appariranno gli annunci pubblicitari direttamente dall’interfaccia utente di MoPub, in modo da trovare il giusto equilibrio fra le pubblicità e i contenuti della tua app.

Identità: Digits

Gli utenti sono l’aspetto più importante per molte app; giocare a un videogioco e tener traccia dei propri punteggi migliori; creare un video di 6 secondi da condividere; oppure ordinare hamburger e patatine da asporto. Qualunque sia l’utilizzo dell’app, l’identità dell’utente è fondamentale. Sempre più il numero di telefono, o l’indirizzo email, sono il primo elemento per identificare un individuo – e in alcuni casi, il numero di telefono è l’unico elemento che identifica i possessori di smartphone, poiché non sempre l’utente ha una e-mail.

Digits – una parte del Twitter Kit – permette di accedere direttamente con il numero di telefono ed è integrato all’interno dell’infrastruttura Twitter. Digits è completamente personalizzabile in modo da essere in linea con l’esperienza d’uso progettata per l’app. Digits non posterà nulla per conto dell’utente poiché non sarà collegato direttamente agli account social, inclusi gli account Twitter. E, con Digits, le app sono pronte per essere adottate a livello globale: è immediatamente disponibile in 216 paesi e in 28 lingue per iOS, Android e il web.

Digits risolve inoltre una serie di problemi per gli utenti. Poiché Digits usa un numero di telefono, non c’è bisogno che gli utenti ricordino username o password complicate.

@McDonaldscorp usa Digits nella sua app Alarm. L’app permette di condividere con i propri amici offerte speciali su alimenti e bevande McDonald. Per poter usufruire dell’offerta, la persona deve autenticarsi come utente reale. McDonald ha pensato che un login social sarebbe stato un peso eccessivo per gli utenti, che avrebbero dovuto consentire l’accesso a dettagli personali e intimi, senza contare che e-mail e password spesso sono dimenticate con facilità. Con Digit invece, le persone possono autenticarsi velocemente come utenti reali ed accedere all’app in modo semplice.

Ottenere Fabric

Fabric è leggero. E’ possibile selezionare semplicemente il Kit da includere nella propria app. Oggi Twitter sta rilasciando il Crashlytics Kit, il Twitter Kit, e il MoPub Kit e integrarli fra loro non potrebbe essere più facile.
E una volta installato, non ci sarà bisogno di preoccuparsi di avere o meno l’ultima versione di un Kit, sarà Fabric ad avvisare quando saranno disponibili nuovi aggiornamenti.

Oggi, Fabric è disponibile per tutti i partecipanti a Flight. Presto sarà rilasciata anche per la community degli sviluppatori mobile in generale.
Iscriviti su dev.twitter.com/fabric per essere messo in lista.

Immagine: Getty Image

twitter