JuiceSSH head

Un comodo client SSH per Android: JuiceSSH (foto)

Leonardo Banchi

Android non è più “solo” un sistema operativo per smartphone, in grado di gestire chiamate, messaggi e applicazioni per passare il tempo: le sue ambizioni di crescita ed espansione verso altri dispositivi sono ormai evidenti, e sempre più applicazioni mirano a permettere operazioni fino ad adesso riservate ai computer. Fra di esse c’è JuiceSSH, un comodo client SSH gratuito in grado di permettere l’utilizzo di sessioni remote.

LEGGI ANCHE: QuickEdit, l’editor di testo per programmare da smartphone e tablet

JuiceSSH offre tutte le possibilità dei client più noti ed utilizzati in ambito desktop: salvataggio di connessioni e identità, connessione veloce, criptazione dei dati e supporto a SSH, Local Shell, Mosh e Telnet.

L’interfaccia è realizzata in Material Design, cosa che rende l’applicazione, oltre che estremamente comoda, anche elegante e funzionale.

Ovviamente, l’utilizzo di una tastiera virtuale non è ottimale per la scrittura di comandi, ma JuiceSSH prova a migliorarne l’usabilità con l’aggiunta di due righe di tasti addizionali alla vostra tastiera Android preferita, nelle quali potrete trovare frecce direzionali e tasti speciali. Non manca, in ogni caso, il supporto a tastiere esterne, che in abbinamento a uno schermo di dimensioni superiori (come quello di un tablet), possono rendere questa applicazione un utile strumento di lavoro.

JuiceSSH è disponibile sul Play Store gratuitamente e senza alcuna pubblicità, ed offre una ricca lista di personalizzazioni ed estensioni possibili, gratuite o incluse nella versione Premium (dal costo di 3,65€) per adattarne il funzionamento alle proprie esigenze: oltre ai vari schemi di colori, infatti, avrete a disposizione la gestione del port forwarding, widget, snippets personalizzabili per i comandi più usati, possibilità di creare scorciatoie in home alle connessioni preferite e molto altro.

A seguire trovate quindi il badge per il download gratuito e una galleria di immagini, ma fateci sapere nei commenti: cosa pensate delle applicazioni di questo tipo? Android potrà mai sostituire i sistemi operativi “tradizionali” per l’uso quotidiano e lavorativo?

Google Play Badge