Bowers & Wilkins C5 11

Bowers & Wilkins C5, gli auricolari di qualità per smartphone: la nostra prova (foto)

Emanuele Cisotti

Buona parte dell’utenza smartphone si accontenta, e si è sempre accontentata, di un paio di cuffie che gli permettessero di effettuare chiamate con lo smartphone senza doverlo tenere all’orecchio o per ascoltarsi un paio di mp3 scaricati dal Play Store. Poi però c’è una parte dell’utenza più evoluta dal punto di vista audio e che utilizzare lo smartphone come archivio musicale, magari tenendo anche i suoi file salvati in un formato senza compressione.

Che le Bowers & Wilkins C5 siano pensate per questa seconda fetta di utenza lo si capisce a partire dalla confezione, all’interno della quale troviamo i nostri auricolari incastrati nel cartone come se fossero un’opera d’arte (e tirarle fuori richiederà non poca maestria). Oltre agli auricolari stessi troviamo anche altre tre paia di puntali (di grandezze e profondità differenti) e la custodia semirigida per portare con noi gli auricolari (e vista la loro conformazione noi vi consigliamo di proteggerli utilizzando davvero la custodia).

Bowers & Wilkins C5 06

Gli auricolari sono stereo, hanno il telecomando sul filo sinistra e una lunghezza del filo stesso perfetta per essere usata con uno smartphone in tasca o nella giacca. Troppo corto per un Hi-Fi o un PC fisso. Il filo stesso è un po’ sottile e non prevede nessun sistema di anti-arrotolamento. Il jack audio è di tipo 3,5 millimetri e non è ad L. Il comando è compatibile con gli smartphone Android e permette di cambiare le traccie o metterle in pausa premendo il tasto centrale, mentre non abbiamo avuto fortuna con i tasti del volume (che funzionano solo su iOS e Mac OS).

C5-series-2-engineering-IT

Gli auricolari sono di tipo in-ear e la loro realizzazione è pensata nei minimi dettagli (vedi immagine sopra). Il punto più importante, oltre a quei “buffi” archetti, è sicuramente la chiusura posteriore realizzata con tantissime micro-sfere in acciaio che permettono al suono di essere più “spazioso” e arioso, cosa molto difficile da realizzare con degli auricolari (più facile, se non elementare, con cuffie professionali o impianti audio).

Queste microsfere conferiscono allo stesso tempo anche un aspetto moderno e lussuoso alle cuffie stesse, cosa che però potrebbe non incontrare il gusto estetico di tutti. Personalmente non sono un fan di questo design, ma non le ho trovate troppo vistose per l’uso quotidiano. Potrà poi sembrare solo una curiosa scelta costruttiva quella di far girare il filo in modo circolare prima di entrare nell’auricolare stesso, ma è invece la funzionalità più geniale di queste cuffie (chiamata Secure Loop) e permette di regolare a piacimento l’ampiezza dell’arco per far sì che si incastri perfettamente al vostro padiglione auricolare. Questo ha un duplice effetto (a catena, volendo): tenere le cuffie ben salde all’orecchio (non uscirando neanche scuotendo la testa) e realizzare un’ottima isolazione sonora, anche senza avere un sistema attivo di riduzione del rumore.

Oltre a questo le cuffie sono ben bilanciate e pesano solo 20 grammi, ma questo passa in secondo piano visto che comunque, grazie al sistema appena descritto (che supponiamo verrà copiato dalla concorrenza prima o poi), non avrete problemi di fuoriscita degli auricolari.

Parlando della qualità audio non c’è che da rimanere stupefatti. I bassi sono realistici e molto pieni (ma non pompati), i medi sono caldi e garantiscono sempre vocals chiari e anche gli alti sono accurati (a fare i pignoli forse a volumi molto alti questi sono gli ultimi a “disallinearsi” rispetto agli altri). Come detto precedentemente il suono è ampio e spazialmente accurato. Dovrete solo perdere un po’ di tempo a trovare la lunghezza giusta dell’arco (ma una volta imparato la troverete rapidamente ad ogni utilizzo) e dei puntali giusti. Trovare quello più adatto, in questo caso, fa una differenza enorme.

Bowers & Wilkins C5 04

Il prezzo di questi auricolari è di 179€ e potete acquistarli sia in alcuni negozi fisici che online su Amazon (a prezzo leggermente scontato). Il prezzo è ovviamente non per tutti, ma se siete degli amanti dell’Hi-Fi, saprete che è comunque più contenuto di buona parte della concorrenza. La soluzione Secure Loop da sola può convincervi ad acquistarne un paio, visto che la fuoriuscita degli auricolari è una problematica che spesso rovina anche i migliori auricolari professionali.