smartphone da polso

Il phablet flessibile da indossare al polso arriva su Indiegogo e si chiama Portal! (foto e video)

Nicola Ligas -

Ammettiamo di essere rimasti piuttosto perplessi nell’osservare l’immagine che ora starete guardando anche voi: quella qui sopra, che ritrae uno smartphone curvo fissato al polso (o meglio, all’avambraccio), come fosse una sorta di… no, ok, non ci sono paragoni!

I padelloni si spostano insomma dal lobo dei nostri orecchi, ed in un mondo che ancora non ha capito bene come declinare il concetto di smartwatch, propone di risolvere il problema semplicemente cambiando un po’ forma agli smartphone.

LEGGI ANCHEI Google Glass potrebbero non ricevere Android Wear

Lo schermo curvo di Portal è infatti un TFT da ben 6 pollici, ed è anche resistente ai graffi, all’acqua e (in teoria) infrangibile, grazie anche ad uno strato di kevlar che ne ricopre la struttura. Della CPU si sa solo che sarà multi-core, ma ancora non è definitiva, mentre la RAM ammonta a 2 GB, la memoria interna a 64 GB, ed avremo in tutto anche 4 fotocamere per un totale di 8 megapixel, che serviranno più per le air gesture che per le foto stesse.

La batteria, anch’essa flessibile e di tipo proprietario, è da 3.200 mAh e si ricarica in modo induttivo, mentre la connettività è assicurata da LTE, Bluetooth 4.0, NFC, e Wi-Fi.

A inizio 2016 dovrebbe inoltre arrivare anche un più compatto modello da 4”, ma molto dipenderà logicamente dal successo della campagna attuale, giunta ad appena 5.000$ a fronte dei 300.000 richiesti. Il modello base costa 349$, ma solo per i primi 100 finanziatori, ma il prezzo cresce poi facilmente con le versioni superiori.

I dubbi sull’effettiva realizzabilità di un simile concept sono più che legittimi, ma molti componenti del team Portal non sembrano persone alle prime armi, e se voleste dar loro fiducia non vi resta che dirigervi su Indiegogo.

Via: CNet
video