Larry_Page_Project_Glass-580-75

Google 2.0, i progetti futuristici di Larry Page per le città e la sicurezza

Giuseppe Tripodi -

larry_page_large_verge_medium_landscape

La maggior parte della gente associa la parola Google ad un motore di ricerca, ma la verità è che l’azienda di Mountain View ormai è molto, molto di più. Tra auto che si guidano da sole, dirigibili per portare Internet nelle aree più remote del pianeta e accantonati progetti di teletrasporto è evidente che l’informatica sia ormai solo uno dei molteplici campi in cui BigG si è lanciata.

LEGGI ANCHE: Google sempre più impegnata per la salute: Project Baseline

Nel tentativo un po’ utopico, un po’ fantascientifico di rivoluzionare la vita sul pianeta, pare che Larry Page abbia proposto un secondo laboratorio di ricerca e sviluppo chiamato Google Y, che si andrebbe ad affiancare al già attivo Google X, guidato da Sergey Brin, che attualmente si sta occupando di studi in ambito medico e non solo.

Quello su cui Page vorrebbe focalizzarsi, invece, è più vicino all’urbanistica: il papà di Google avrebbe infatti accennato all’intenzione di costruire aeroporti più efficienti e città ideali. Non mancano neanche i riferimenti alla volontà di sviluppare un sistema di tracciamento “al millimetro”, che possa identificare esattamente dove si trova una persona: potrebbe servire, ad esempio, per personalizzare al massimo l’esperienza degli utenti anche dentro negozi e palazzi. Infine, il cosiddetto Google 2.0 potrebbe concentrarsi anche su sistemi di sicurezza biometrici, basati sulla fisicità dell’individuo, che andrebbero a sostituire le vecchie e insicure password.

Come al solito, dichiarazioni del genere divideranno il web: gente preoccupata per la privacy e complottisti da una parte, fanatici del progresso e della tecnologia dall’altra. Voi da che parte state?

Via: The Verge