The Witcher Battle Arena Beta Header

The Witcher Battle Arena, la nostra anteprima (foto e video)

Lorenzo Delli

The Witcher è un nome che non ha certo bisogno di troppe presentazioni: i primi due capitoli della saga edita dai ragazzi di CD Projekt Red è riuscita a vendere più di 5 milioni di copie, ed è anche a causa di questo enorme successo che abbiamo accolto con felicità la notizia dell’arrivo su Android dello spin-off The Witcher Battle Arena. A differenza però dei suoi predecessori, Battle Arena si colloca nel genere dei MOBA (Multiplayer Online Battle Arena), una tipologia di giochi che grazie a DOTA, e successivamente anche a League of Legends, è riuscita ad attirare milioni di giocatori da tutto il mondo.

LEGGI ANCHE: The Witcher Battle Arena, ecco come accedere alla beta privata per Android

Proprio in questi giorni stiamo testando la beta privata di The Witcher Battle Arena su smartphone e tablet, realizzando un filmato che vi mostra il gameplay di un match e alcuni degli elementi di gioco presenti nel nuovo MOBA di CD Projekt Red. Bisogna ammettere che il lavoro svolto finora è di pregevole fattura sotto molti punti di vista. I personaggi selezionabili dal giocatore sono parte integrante dell’universo di The Witcher: troviamo ad esempio il Witcher Letho of Gulet, il misterioso Operatore, il nano Zoltan Chivay o anche Eithné, la regina delle driadi. Ogni personaggio, come qualsiasi MOBA che si rispetti, è caratterizzato da diverse abilità, tre ciascuno, e da una classe che lo colloca tra i classici guerrieri corpo a corpo, i così detti “Ranged” e i maghi.

The Witcher Battle Arena Android Sample (2)

Gameplay e controlli immediati sono il vero punto di forza del gioco

I personaggi al momento sono “solo10, ma sono comunque ben caratterizzati e in grado di offrire diversi spunti di gioco. Al giocatore è inoltre concesso un ottimo grado di personalizzazione dei vari eroi: è possibile bilanciare a piacimento le tre abilità per mutarne gli effetti a seconda della propria tattica e del proprio stile di gioco.

È ad esempio possibile aumentare il danno a discapito del raggio di azione o il contrario. Vincendo match inoltre potremo sbloccare oggetti che saranno equipaggiati di default all’inizio di ogni competizione e punti da spendere per aumentare permanentemente l’effetto degli equipaggiamenti o delle abilità sbloccate durante le partite.

Il gameplay e i controlli sono piuttosto semplici e sono il vero punto di forza di The Witcher Battle Arena. Al momento è possibile giocare due mappe, entrambe 3vs3, caratterizzate da tre punti di controllo. L’obiettivo è piuttosto scontato: controllare il più a lungo possibile i punti strategici ed evitare che il contatore della squadra raggiunga lo zero. I controlli sono basati su tap mirati: sarà sufficiente tappare (o tenere premuto per direzionare) il punto in cui vogliamo spostare il personaggio; stesso dicasi per l’utilizzo delle abilità, che visualizzeranno una circonferenza per indicare al giocatore l’eventuale raggio di azione. Le partite, anche grazie all’espediente dei punti di controllo, sono veloci e movimentate, e anche in meno di 10 minuti riuscirete a portarle a termine. Anche il motore grafico risulta di pregevole fattura e poco incline a rallentamenti, anche su un hardware leggermente “attempato” come quello a disposizione dell’ASUS Nexus 7 2013).

The Witcher Battle Arena Android Sample (9)

FREE-TO-PLAY E CON ACQUISTI IN-APP PURAMENTE ESTETICI

Siamo rimasti piacevolmente sorpresi da ciò che riesce ad offrire The Witcher Battle Arena considerando che si tratta un titolo dedicato esclusivamente al panorama mobile. Il gioco offre la possibilità di giocare in single player con tre livelli di difficoltà, in co-op contro la CPU e anche in partite multiplayer sia standard che ranked, ovvero con classifiche regionali/globali da scalare. Il titolo verrà lanciato nei prossimi mesi su Android, iOS e Windows Phone il download sarà gratuito. Fintanto che gli acquisti in-app rimarranno limitati all’acquisto di aspetti alternativi ed accessori estetici per i personaggi, The Witcher Battle Arena riuscirà a fare leva su moltissimi giocatori, e anche gli appassionati di MOBA per PC troveranno pane per i loro denti in mobilità. Inoltre il titolo offre moltissimi spunti per futuri aggiornamenti dedicati ad estendere il numero di personaggi selezionabili ed eventuali nuove modalità o nuovi livelli.

Non vediamo quindi l’ora di mettere le mani sulla versione definitiva: l’unico dubbio riguarda l’eventuale funzionamento dei server di gioco (al momento soffrono di qualche rallentamento, ma si tratta comunque di una beta) quando The Witcher Battle Arena sarà disponibile a livello globale. Vista la diffusione di smartphone e tablet, i ragazzi di CD Projekt Red potrebbero trovarsi di fronte ad un traffico piuttosto elevato considerata la qualità del gioco. A seguire il filmato relativo alla nostra prova su ASUS Nexus 7 2013, alcuni screenshot e il link al sito ufficiale dove è possibile fare richiesta per partecipare alla beta.

video