Final Fantasy XIII

Final Fantasy XIII su smartphone e tablet? Possibile grazie a Dive In di Square Enix

Lorenzo Delli

Dive In: questo il nome del nuovo servizio di cloud streaming di Square Enix al momento limitato al Giappone (NdR: dannazione!) che permetterà agli utenti di giocare a titoli quali Final Fantasy XIII e Final Fantasy VII sui propri smartphone e tablet Android e iOS. Si tratterà di un applicativo scaricabile gratuitamente per i sistemi mobile citati che permetterà anche di testare gratuitamente la qualità dello streaming prima di procedere con la modalità di “acquisto” prevista dal colosso nipponico.

LEGGI ANCHE: Chaos Rings 3: ecco il trailer e data di lancio del nuovo JRPG mobile di Square Enix

Dive In sarà lanciato ufficialmente in Giappone a partire dal 9 ottobre e potrà contare su tre titoli: Season of Mystery: The Cherry Blossom Murders e i due capitoli di Final Fantasy citati precedentemente, il settimo e il tredicesimo. A seconda del gioco richiesto dall’utente si avranno prezzi diversi: si tratta di abbonamenti della durata di 3, 10, 30 o 365 giorni a prezzi che partono da circa 1,80€ più tasse (per 3 giorni) fino a circa 13€ più tasse (per un anno). Sarà possibile testare il gioco prima dell’acquisto per una durata di 30 minuti, e per i mesi successivi al lancio di Dive In è prevista l’aggiunta di ulteriori titoli: Final Fantasy VIII, The Last Remnant, Final Fantasy XIII-2, Murdered: Soul Suspect e Lightning Returns: Final Fantasy XIII. Square Enix consiglia una connessione Wi-Fi da 3 MB minimo, raccomandandone però una da 6 MB.

Requisiti facilmente raggiungibili anche in Italia, anche se difficilmente vedremo arrivare tale servizio nel bel paese prima del 2015 (sempre che arrivi, si intende). Tra i dispositivi compatibili si annoverano Nexus 5, Nexus 7 (entrambe le versioni), svariati smartphone Samsung e smartphone e tablet Sony e Sharp (elenco completo qui). Un’idea, quella di Square Enix, che potrebbe rivelarsi vincente sotto alcuni punti di vista. Bisogna però notare che la presenza di Final Fantasy VII e l’eventuale successo di Dive In, potrebbe precludere la realizzazione di un porting mobile di uno dei capitoli più famosi della saga JRPG.

Fonte: Multiplayer
final fantasy