Moto X seconda generazione

Nuovo Motorola Moto X: il software (video)

Lorenzo Quiroli -

Molte delle novità del Moto X di seconda generazione non sono nell’hardware che vi abbiamo presentato pochi minuti fa, bensì, come lo scorso anno, nel software: le due principali funzionalità dello scorso anno, Display Attivo e Controllo a mani libere, hanno ricevuto entrambe un grande aggiornamento, ma non mancano le novità.

LEGGI ANCHE: Nuovo Motorola Moto X: caratteristiche tecniche

La galleria infatti ha un paio di nuove possibilità: dopo uno scatto ci propone altre due immagini, facendoci scegliere la migliore, in modo da essere sicuri di aver colto l’attimo; inoltre, Highlight Reel crea dei piccoli video, in stile Zoe, con le nostre foto in automatico (ma è anche possibile crearli manualmente).

Le app di Motorola sono state riunite sotto un unico tetto, chiamato semplicemente Moto: i controlli vocali hanno una nuova grafica e come si vede nel video in fondo possono comandare anche le app (non è chiaro però come funzioni) e la frase per l’attivazione può essere modificata a piacimento. Display Attivo ora ci permette di vedere più notifiche, oltre alla data e alla percentuale della batteria.

Moto Mix è una nuova app che vuole diventare uno strumento di condivisione, un po’ come un Airdrop per Android, anche se il suo funzionamento non è chiaro (trovate maggiori info nel video a fine articolo).

Infine ci sono anche delle azioni che sfruttano i sensori posti sulla parte frontale; muovendo la mano sopra il display lo potremo silenziare in caso stia suonando, display che rimarrà attivo fino a quando lo guarderemo. Moto X è dotato di Android 4.4.4 e verrà aggiornato ad Android L non appena uscirà.

Insomma, a questo punto speriamo che come promesso ieri da Punit Soni queste novità arrivino presto anche per il vecchio Moto X, dato che sarebbe senza dubbio un aggiornamento gradito.