Presentazione Note 4 IFA

Samsung Galaxy Note 4, la nostra anteprima IFA 2014 (foto e video)

Nicola Ligas -

Samsung Galaxy Note 4 riprende esattamente da dove il suo predecessore aveva lasciato, senza stravolgere nulla, ma cambiando in realtà un po’ tutto.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 4 ufficiale

Caratteristiche tecniche – Non varia la diagonale del display, ma aumenta considerevolmente la risoluzione, optando per un pannello Super AMOLED QHD (1.440 x 2.560 pixel), ricoperto con un vetro lievemente incurvato, per un effetto 2,5D.

Per stare dietro a tutti questi pixel in più, ci voleva anche un processore all’altezza, ovvero l’attuale top di Qualcomm, lo Snapdragon 805, coadiuvato da 3 GB di RAM: impossibile chiedere di più al momento, dato che SoC più veloci non sono disponibili e che il supporto ai 4 GB richiedeva un’architettura diversa.

Anche l’esperienza fotografica vuole la sua parte, e quindi abbiamo da una parte una fotocamera posteriore da 16 megapixel con smart OIS, e dall’altra una fotocamera frontale da 3,7 megapixel con f/1.9, per scatti sempre il più possibile luminosi e selfie ampi fino a 120°, grazie alla funzione wide selfie.

La batteria è solo lievemente aumentata, passando a 3.220 mAh, ma anzitutto è compatibile con il fast charging, che le garantisce una ricarica 0-50% in mezz’ora (contro i 55 minuti del modello precedente); inoltre, riducendo il consumo energetico generale, l’autonomia dovrebbe essere aumentata del 7,5% rispetto al Galaxy Note 3, anche a fronte dell’introduzione del pannello QHD.

Infine, per quanto riguarda l’estetica, è chiara l’affinità con Galaxy Alpha, con il quale lo smartphone ha a comune il profilo metallico con angoli stondati e bombati, anche se purtroppo lo speaker è stato posto sul retro. Il tutto in 176 grammi per uno spessore (non certo record) di 8,5 mm.

Galaxy Note 4 consumo energetico

Novità software – Ma come sempre l’esperienza della serie Galaxy Note non si misura solo in hardware, ma anche in software: abbiamo tante novità alla UX, come la trasparenza dei widget o le dynamic lock screen, che presentano moltissimi sfondi d’autore grazie ad altrettanti famosi servizi, tramite i quali personalizzare lo sfondo della schermata di blocco.

Anche il Multi Window avrà le sue novità: oltre alla classica modalità in split screen avremo anche la modalità popup, in cui in pratica disegneremo con la penna l’ampiezza della finestra in cui eseguire un’applicazione, e la modalità icon, che ci consentirà di renderla fluttuante, trascinarla lungo lo schermo dove la vogliamo e aprirla all’occorrenza.

galaxy note 4 multi window

Ma la vera regina è sempre lei: la S Pen, capace ora di rilevare 2.048 livelli di pressione diversa, contro i 1.024 precedenti, e migliore rispetto a prima sia in termini di velocità, che di risposta alla rotazione e all’inclinazione. Molto interessante poi il fatto che possa essere utilizzata in pratica come un mouse, per selezionare parti di testo sul phablet; e sempre più numerose sono le app a corredo, tra cui ci ha convinto di più Snap Note, che consente di scattare una foto ad un testo, raddrizzarlo (eventualmente), convertirlo in testo sul Note e modificarlo da lì.

Galaxy Note 4 è inoltre dotato di 3 microfoni, e questo gli consente di riconoscere in modo più preciso la direzione da cui proviene il suono: se per esempio lo appoggiamo su un tavolo, e dialoghiamo con una persona, possiamo poi isolare via software i due flussi vocali in fasi di post-elaborazione; una funzione che ammicca molto al giornalista ch’è in noi, ma non solo. Inoltre anche l’audio in chiamata è ai massimi livelli, con tecniche di cancellazione del rumore, in modo da mantenere solo la chiarezza della conversazione.

Accessori – E per quanto riguarda gli accessori? State pur sicuri che arriveranno anche quelli: tante cover diverse, tra cui le S View Wallet con finestra, e in particolare le LED Cover, che sembrano abbastanza ispirate dalle Dot view Cover di HTC, anche se realizzate in modo un po’ diverso.

Disponibilità e prezzo – Lo smartphone sarà disponibile nel mese di ottobre, inizialmente in quattro colorazioni: charcoal black, frost white, bronze gold, blossom pink; ma se vi piacciono le cose sbrilluccicose, gioite perché ci saranno anche un paio di versioni Swarowski.  Il prezzo ufficiale per l’Italia deve ancora essere comunicato, ma non ce lo immaginiamo tanto diverso da quello dello scorso anno. A seguire il nostro filmato di anteprima dalla kermesse di berlino, che vi darà solo un assaggio delle potenzialità di Note 4, in attesa di una recensione completa.

Samsung Galaxy Note 4

Samsung Galaxy Note 4

confronta modello

Ultime dal forum:

anteprimaifaIFA 2014video