Moonrise new sample

Moonrise: nuovi dettagli sul gioco in stile “Pokémon MMO” degli autori di State of Decay

Lorenzo Delli -

Pokémon MMO“: termini forse azzardati per descrivere Moonrise, il nuovo lavoro Undead Labs, creatrice del survival horror State of Decay, e del publisher Kabam. Eppure è proprio Richard Foge, uno dei game designer di Moonrise, ad utilizzare questa dicitura in occasione di un’intervista con i colleghi di Polygon. L’obiettivo del team di sviluppo è infatti quello di offrire una sorta di “Pokémon MMO” per il mobile, senza però di fatto creare un clone di Pokémon.

LEGGI ANCHE: Moonrise, nuovo monster hunter online in arrivo in mobile dai creatori di State of Decay

Moonrise è un online mobile multiplayer game free-to-play. in sostanza un MMO in cui assumeremo il ruolo di un Warden, un collezionista dei “mostri” che abitano le ambientazioni di Moonrise. Presente anche una componente di ruolo, visto che potremo personalizzare completamente il nostro Warden e sfruttarlo anche in battaglia. Ciò che i ragazzi di Undead Labs vogliono offrire al giocatore è una sorta di mix tra i franchise più popolari, quali appunto Pokémon e Magic the Gathering.

Moonrise comincia in un modo molto simile al celebre franchise di casa Nintendo: una volta personalizzato il nostro Warden, sceglieremo un compagno iniziale e ci lanceremo in un veloce tutorial che ci insegnerà i rudimenti della battaglia. Già da qui si notano le prime differenze con Pokémon, visto che i combattimenti saranno in tempo reale (dovremo quindi imparare a destreggiarci con i cooldown e i vari attacchi) e che anche il nostro personaggio potrà partecipare ai duelli. Potremo portare in battaglia due creature, con la possibilità di rimuoverle o aggiungerle con swipe mirati, e ogni Solari (le creature di Moonrise) sarà caratterizzata da un elemento che lo renderà più forte o più debole nei confronti di altri.

Eventi periodici permetteranno al giocatore di catturare nuove creature da aggiungere ai propri ranghi. Il lancio di Moonrise è previsto per il 2015 per Android, iOS e Kindle Fire. Ovvio che si tratti di un progetto ambizioso (NdR: forse non originale, ma sicuramente ambizioso): staremo a vedere se Moonrise sarà capace di attirare un largo bacino di utenza o se verrà etichettato come un clone free-to-play di un titolo apprezzato da grandi e piccoli in egual misura.

Fonte: Polygon