android wear pillole 7

Android Wear sempre più potente entro fine anno: a breve supporto a GPS e auricolari Bluetooth

Nicola Ligas

Google ha confermato una forte spinta sulla piattaforma Android Wear, che entro la fine dell’anno riceverà numerosi aggiornamenti, il primo dei quali arriverà già da questa settimana.

A confermarlo di persona è David Singleton, l’ingegnere di Google a capo del progetto Android Wear (nella foto in alto), che durante un’intervista a CNET si è sbottonato molto sul futuro del primo OS per wearable di Mountain View.

Le prime novità che saranno introdotte a breve sono il supporto agli auricolari Bluetooth e al GPS integrato; due caratteristiche che strizzano l’occhio agli amanti del fitness all’aria aperta, che potranno lasciare a casa il proprio telefono, caricare alcune canzoni sull’orologio, e ascoltare musica mentre quest’ultimo traccerà tutti i dettagli del percorso.

LEGGI ANCHE: Android L e nuove API arriveranno su Android Wear

In seguito arriverà inoltre il supporto ufficiale alle watch face, tramite API dedicate: quelle che trovate ora nel Play Store sono infatti realizzate con dei workaround, e possono causare un anomalo consumo di batteria se impiegate.

Se stavate però sperando in un Android Wear con SIM card, desistete dal confidarci: non solo al momento non è previsto, ma sarebbe controproducente, dato che Google può ora aggiornare la piattaforma senza attendere il consenso degli operatori, cosa che farebbe senz’altro rallentare gli aggiornamenti, forte proprio del fatto che gli smartwatch Android Wear non sono dispositivi telefonici.

Riguardo le altre novità che ci aspettano entro fine anno, non siamo in grado di dirvi nulla di preciso, ma di certo il passaggio ad Android L sarà una ventata di aria fresca per l’intero ecosistema Android, anche quello indossabile.