google project wing

I corrieri del futuro saranno dei droni, e si chiameranno Google Project Wing (video)

Nicola Ligas

Quando Google X è coinvolto in un progetto, potete star sicuri che si tratta di qualcosa di avveniristico, e pazienza se, nel caso di Google Project Wing, vi sembrerà di averlo già sentito.

Parliamo dei sempre più popolari droni, che nella mente degli ingegneri di BigG non sono oggetti di svago e nemmeno di lavoro, ma di pubblica utilità. Quale? L’avrete già capito: consegnare in maniera rapida e sicura beni di varia natura a destinazione.

Siamo ancora ad anni di distanza da un impiego commerciale, soprattutto in città affollate, tanto che il terreno di test scelto è la campagna del Queensland australiano, che non brilla certo per densità di popolazione, ma almeno è un inizio.

LEGGI ANCHE: Andy Rubin costruirà robot

Project Wing sarebbe in realtà stato avviato circa un paio di anni fa, e non in seguito ad Amazon Prime Air, annunciato lo scorso autunno, e per adesso sono stati recapitati con successo cibo per cani, kit di primo soccorso, dolciumi, acqua e altro, ad alcuni “fortunati” agricoltori australiani.

È divertente immaginare un futuro in cui apriremo la finestra dell’ufficio ed un drone ci depositerà in mano il nuovo smartphone da provare, e se quest’immagine vi sembrasse troppo fantascientifica, provate a fare un salto indietro nel tempo di qualche anno, e diteci se avreste immaginato che Project Wing sarebbe anche solo già nato.

dronivideo