quanta

Project ARA e Rockchip insieme per un SoC modulare

Nicola Ligas

Foto di gruppo per gli ingegneri al lavoro su Project Ara, uomini e (poche) donne che daranno vita al primo smartphone modulare della storia, ritratti al di fuori di uno dei principali partner del progetto, Quanta, in Taipei.

LEGGI ANCHEGoogle e Linaro insieme per Project Ara

Sempre a proposito di partner, Ara ha recentemente stretto accordi con Rockchip per creare un System-on-a-Chip (SoC) che possa funzionare come modulo di Ara stand-alone, senza bisogno di un chip ulteriore chip a fare da bridge.

Sappiamo che probabilmente avreste voluto sentire nomi più illustri, ma ciò non significa che Ara non sia anche al lavoro con altri partner, soltanto che non basta prendere i normali SoC presenti sugli smartphone di oggi e inserirli in una basetta perché funzionino: c’è bisogno di reingegnerizzarli, quindi non pensate ad un Ara con Snapdragon 805 perché difficilmente accadrà in prima battuta.

Il chip di Rockchip farà insomma da apripista per la nuova architettura di SoC modulari, con prototipi pronti a inizio 2015, ma la nostra scimmia impazienza difficilmente sarà contenibile tanto a lungo. E la vostra?

Fonte: Google ATAP