Xiaomi Hongmi 1S 7

F-Secure testa Xiaomi Redmi 1S dopo il suo aggiornamento di sicurezza

Emanuele Cisotti -

Xiaomi Hongmi 1S 2

F-Secure, famosa azienda in campo della sicurezza informatica aveva, ad inizio del mese, sollevato alcune preoccupazioni riguardanti i prodotti Xiaomi che sembrava inviassero dati privati ai propri server in modo indesiderato e non sicuro. Hugo Barra aveva voluto tranquillizzare tutto spiegando che si trattava del servizio Cloud di Xiaomi e che avrebbero sicuramente posto rimedio a questo rendendo più chiaro e più sicuro il tutto.

LEGGI ANCHE: Hugo Barra parla della privacy di Xiaomi

Dopo l’aggiornamento software rilasciato quindi per Xiaomi Redmi 1S, F-Secure è voluta tornare sul pezzo e ha realizzato nuove verifiche sullo smartphone. Il telefono è stato quindi aggiornato e resettato ed ecco cosa è venuto fuori. Di default adesso il servizio cloud di Xiaomi non è attivo e inviando SMS nessun dato viene inviato ai server di Xiaomi. Attivando poi volontariamente il servizio le comunicazioni vengono poi adesso indirizzate ad un server sicuro (https, invece di http come in precedenza) rendendo quindi i nostri dati davvero sicuri (fino al prossimo Heart Bleed). Complimenti a Xiaomi per la tempestività, degna di un’azienda che vuole davvero conquistare il mondo della telefonia.

Fonte: F-Secure
Xiaomi Hongmi 1S