facetune final

Il segreto di un perfetto primo piano? Facetune! (foto e video)

Nicola Ligas

Guardando le foto che ci sorridono felici dalle pagine di una rivista, proviamo a volte un senso d’invidia nei confronti di modelle e modelli sempre perfetti e scolpiti, invidia mitigata dal classico pensiero: “tanto è solo fotoritocco“.

Per evitare quindi di fare la parte della volpe con l’uva, arriva su Android Facetune, un’app in grado di trasformare ogni ritratto in una posa perfetta, anche quando la foto originale vi era ben lontana.

LEGGI ANCHEVSCO Cam si aggiorna alle 3.0 con VSCO Grid

Usare Facetune è davvero molto semplice, anche perché l’app è interamente localizzata in italiano, e per ogni sua funzione c’è un pratico tutorial (ne trovate tanti anche sul sito ufficiale), anche animato, che ci guiderà durante il primo utilizzo, in modo da farci acquisire da subito familiarità con i tool a nostra disposizione. Vediamo quindi subito quali sono questi strumenti e cosa sono in grado di fare:

  • Sfondo: ritaglio, formato, rotazione e riflesso, per inquadrare al meglio il soggetto che vogliamo
  • Sbianca: per denti sempre candidi come la neve
  • Leviga: per limare le piccole e grandi imperfezioni della pelle
  • Dettagli: per esaltare certe parti dell’immagine (tipicamente gli occhi) aumentandone toni e contrasto
  • Rimodella: potremo letteralmente rimodellare parti del volto. Vi è venuto il naso un po’ arricciato in una foto? Con questo tool lo renderete dritto come non mai.
  • Toppa: ideale per rimuovere nei, acne e altre imperfezioni / dettagli indesiderati molto evidenti
  • Toni: cambia i colori dell’immagine anche agli oggetti e non solo alla pelle. Utile un po’ per tutto: dal tono alle labbra, al rendere meno pallido il volto, o anche per cambiare colore ad una T-Shirt.
  • Occhi rossi: facile correzione del più classico dei difetti da flash (ma anche bianchi)
  • Sfocatura e sfumatura: utile sia per togliere importanza allo sfondo, che anche per esaltare ulteriormente il primo piano
  • Filtri: immancabili, divisi a loro volta in: carta, luce, texture, lente, e strofina, quest’ultima per applicarli in maniera selettiva solo a certe parti dell’immagine.
  • Cornici: anch’esse un must-have, divise in classiche, artistiche o confronto; peccato solo non poterne variare la dimensione

Unica vera carenza: un semplice pulsante per annullare l’ultima azione, inserito all’interno di ciascuna opzione anziché nella pagina di riepilogo finale, non avrebbe guastato.

Se foste ancora scettici, vi invitiamo a dare uno sguardo alla galleria a fine articolo: la “modella” fa parte di un set predefinito, ma i ritocchi sono stati tutti applicati da noi in pochissimi minuti, senza alcuna esperienza pregressa con l’app, e i risultati sono più che visibili.

Facetune ha un prezzo di 2,69€: non esistono versioni di prova, così come non ci sono acquisti in-app. In teoria potreste avere un paio d’ore per farvi rimborsare l’acquisto, casomai ve ne foste pentiti, ma se stavate cercando un’app di questo tipo e se siete disposti “all’investimento”, difficilmente tornerete indietro.

Google Play Badge

video