Batman Mini

Batman Arkham Origins, la recensione del picchiaduro di NetherRealm Studios

Giorgio Palmieri -

Batman Arkham Origins Header

Nove mesi. Abbiamo aspettato nove mesi prima che Batman Arkham Origins arrivasse su Android, prima che questo facesse capolino sul Play Store dopo essere giunto su iOS. L’epopea della frammentazione continua: illusi noi che speravamo potesse attutursi lungo il corso di quest’anno. Inutile lamentarsi, piuttosto diamo un’occhiata insieme a questo nuovo titolo di NetherRealms Studios: ecco a voi la nostra recensione.

LEGGI ANCHE: I 10 giochi più attesi del 2014 per Android

7.0

Presentazione

statene debitamente alla larga se odiate i picchiaduro basati su gesture

Batman Arkham Origins non propone nulla di innovativo, ed anzi si preoccupa di proporre una formula già assaporata da tempo, ovvero quella del picchiaduro basato su gesture a schermo, in una veste migliorata. Senza troppi giri di parole, statene debitamente alla larga se proprio non digerite la struttura di gioco di questo genere. Gli amanti del buon pipistrello (guai ai maliziosi) di quartiere faranno bene invece a prenderlo in considerazione, fattore che avevamo già presupposto durante la nostra video prova, perché qui c’è del delizioso (seppur ripetitivo) intrattenimento.

LEGGI ANCHE: Batman: Arkham Origins arriva su Android, ma non è disponibile al download (video prova)

Giocabilità

Batman Arkham Origins (1)

La novità sta nel poter cambiare posizione di combattimento durante lo scontro

Tap per assestare un pugno, swipe per eseguire le mosse guidate via quick-time-event, e tocco sulla rispettiva icona per attivare le abilità di Batman e per parare i colpi: niente di nuovo sotto l’orizzonte. La novità rispetto a Injustice: Gods Among Us sta nel poter cambiare posizione di combattimento durante lo scontro, così da poter guadagnare nuove capacità, fattore che dona ulteriore profondità al gameplay. La posizione d’assalto conferisce all’uomo pipistrello un potere ed una velocità d’attacco ineguagliabile, oltre ad un set di abilità dedicato. Stessa cosa vale per la posizione di guardia, solo che qui chiaramente la difesa aumenterà, mentre la velocità d’attacco calerà di parecchio. Ci si scontra quindi con una serie di cattivoni, dai semplici teppisti da strada ai grandi poli del crimine di Gotham, quali Deadstroke e Bane, aumentando le proprie statistiche e salendo di livello nel mentre. L’idea di inserire in un solo stage più nemici da sconfiggere uno dopo l’altro dona al gioco un impatto veloce, fresco e dinamico, già visto sia chiaro, ma pur sempre appetibile.

Longevità

siamo davanti ad una offerta più che accettabile, ma la varietà degli scontri è esigua

Non è il solo gameplay a garantire durata al titolo, anche perché questo esaurirà le sue novità dopo poche sessioni di gioco. Ciò che ci è davvero piaciuto (al di là della presenza di Batman) è il sistema di personalizzazione e di sviluppo del personaggio, molto valido e pieno di sfaccettature. Oltre alla possibilità di potenziare ogni abilità, dalle passive alle attive, sentendo forti gli effetti sul campo, i ragazzi di NetherRealm Studios hanno pensato bene di inserire diversi costumi dagli aspetti che ripercorrono la carriera del buon Batman, dalla Liberty Files della Seconda Guerra Mondiale alla corazza de Il Cavaliere Oscuro, praticamente ce n’è per tutti i gusti, e abbiamo anche apprezzato la possibilità di potenziare ogni costume raccogliendo i vari pezzi di combattimento in combattimento. Per quanto riguarda i contenuti veri e propri, siamo davanti ad una offerta più che accettabile, ma la varietà degli scontri è esigua: i livelli sono infatti molto simili tra loro, per fortuna ci sono i bonus e i malus durante i pestaggi a garantire un minimo di complessità. Inoltre sono presenti le ricompense cross-platform: giocando alla versione mobile si sbloccheranno contenuti per quella principale su console e PC, e vale lo stesso discorso viceversa.

Grafica

Batman Arkham Origins Galleria (2)

L’assenza di interazione con l’ambiente e di movimento ha permesso agli sviluppatori di puntare molto sulla modellazione poligonale dei personaggi, ed infatti Batman e i cattivoni di turno sono eccellenti sia dal punto di vista visivo che nelle animazioni, tutte ben concatenate tra loro. Un lavoro ottimo, sicuramente la parte migliore del titolo. Testato su Samsung Galaxy S5

Sonoro

Più che sufficiente il piano audio, privo di particolari acuti, ma supera abbondantemente la media del sonoro proposto dai tipici giochi mobile, il cui volume viene rigorosamente azzerato ad ogni sessione.

Prezzo e acquisti in-app

Batman Arkham Origins Galleria (4)

Il cambio di rotta da premium a free-to-play, in questo caso, è benaccetto

NetherRealm Studios ha deciso di proporre una struttura per certi versi simile a quella di Injustice: Gods Among Us , lasciando quindi defitivamente il modello premium con acquisti in-app sposato dal precedente capitolo Batman Arkham City Lockdown. Il cambio di rotta è decisamente benaccetto, poiché non solo è stato bilanciato a dovere, ma risulta anche più permissivo rispetto alla sua prima incarnazione. I costumi, ad esempio, possono essere ottenuti semplicemente giocando, a velocità di ottenimento ridotta, certo, e con alcuni di essi ad un prezzo fuori di testa se paragonato al costo degli acquisti in-app, è però lampante che il lavoro di bilanciamento con la richiesta monetaria è stato fatto con un occhio in più verso il cliente. Rimane però la valuta premium, i punti Waynetech, con prezzi in linea con i titoli mobile, utile ad accellerare il grinding strutturale. Rimane la possibilità di ottenere tutto, o quasi, con lo scorrere dell’avventura e con un po’ di pazienza, anche se i punti Waynetech vengono dati con un po’ di tirchieria. Peccato per la presenza del sistema ad energia: certo, è un problema raggirabile, e almeno si ricarica abbastanza velocemente, ma blocca l’avanzamento.

Giudizio Finale

Batman Arkham Origins è un titolo senza troppe pretese che non propone nulla di fresco e innovativo. Nel lavoro di NetherRealm Studios c’è pero’ dell’intrattenimento veloce, tangibile, un buon passatempo valido per sessioni di gioco brevi ma frequenti durante il giorno. È il sistema di sviluppo a reggere il tutto, con i suoi potenziamenti e costumi, che garantiscono effetti visibili in battaglia, e danno un senso di progressione assuefacente. La ripetitività è dietro l’angolo, e prima o poi vi balzerà addosso: ma nel frattempo, perché non godere del divertimento offerto gratuitamente dal mitico Batman? Male che vada, con agilità, a gambe se la dà. Tanto non dice mai di no, fa sempre tutto quel che può. È Batman!

PRO

CONTRO

  • Sistema di sviluppo del personaggio interessante
  • Tecnicamente molto valido
  • Gratuito e acquisti in-app non troppo invadenti
  • Alla lunga ripetitivo
  • Poca varietà nel gameplay
  • Presenza del sistema ad energia

 

Download

Google Play Badge

Discuti Nel Forum

badge-forum (1)

Video Prova

Galleria

Recensionevideo