retina scanner

Un brevetto di Google svela l’autenticazione tramite una lente a contatto

Lorenzo Quiroli

Google iris scanner

Si è sentito parlare molto in passato dello sblocco tramite scansione della retina e oggi torniamo sull’argomento grazie ad un brevetto depositato da Google, che prevede però un’implementazione leggermente diversa.

Il tutto sarebbe infatti basato su una lente a contatto particolare, contenente una sorta di codice che si abbinerà ad altri parametri formulati tramite i nostri occhi. Le misure di sicurezza sono molte per prevenire che questo sistema possa essere ingannato, attraverso una verifica del fatto che si tratta realmente di una persona viva.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 4 con scanner dell’iride?

Sia chiaro però che la tecnologia sembra essere orientata non tanto allo sblocco dello smartphone, quanto più all’autenticazione del nostro account, soprattutto in ambito enterprise dove la sicurezza e in particolare la certezza che la persona che effettua l’accesso ne abbia il diritto sono caratteristiche fondamentali.

Fonte: Phandroid
brevetti