dungeon defenders eternity

Trendy Entertainment e le polemiche: intanto, Dungeon Defenders Eternity sbarca sul Play Store (video)

Giorgio Palmieri -

Sette giorni di lavoro a settimana, decisioni sessiste, dipendenti omertosi sommersi dalla paura di perdere il proprio lavoro: le condizioni lavorative di Trendy Enterntaiment di un anno fa sembravano fare le veci di un’ambiente distopico, eppure era tutta tangibile realtà.

LEGGI ANCHE: Dungeon Defenders II e i gatti: l’esperimento Rainbow Cat Flask

Kotaku ne era venuto a capo intervistando alcuni dipendenti, ed è lo stesso blog che ha poi risolto la situazione, portando alla luce i fatti e le probabili malefatte di Jeremy Stieglitz, uno dei fondatori dell’azienda che, a seguito dell’articolo di Kotaku, è stato allontanato dal progetto di Dungeon Defenders 2. A dover di cronaca, vi sottolineano che quest’ultimo, seguito dell’eccellente tower defense piuttosto apprezzato dal pubblico su PC, è stato resettato proprio verso la fine del 2013 in quanto la struttura di gioco non convinceva né gli sviluppatori, né i giocatori in alpha.

I soldi investiti per il primo prototipo di Dungeon Defenders 2 sono ormai storia, ed è quindi lecito chiedersi se i prossimi progetti preservino la qualità dell’originale Dungeon Defenders, migliorandola all’occorrenza, o se l’azienda non sappia proprio che pesci pigliare.

E poi, la sorpresa: Dungeon Defenders Eternity approda su Steam e sul Google Play Store, in esclusiva per dispositivi Tegra. Dopo la sparizione prematura della versione originale del titolo dal Play Store, questo Dungeon Defenders Eternity ci lascia un attimino meravigliati. Si tratta sostanzialmente di una versione rivisitata del primo capitolo, con nuove mappe, nuove opzioni di personalizzazione, un sistema di crafting che permette di creare nuove armi e armature (ora visibili sul personaggio), opzione cross-platform e un pesante lavoro di bilanciamento effettuato sull’intera impalcatura contenutistica.

In ogni caso, questa nuova versione rivisitata sta facendo parlare molto di sé in questi giorni, ma non bene, nient’affatto: i giocatori su Steam chiedevano infatti un ribilanciamento del gioco tramite una patch o al massimo un DLC, e non una nuova esperienza pressoché identica all’originale castrata e farcita anche di acquisti in-app, secondari ma pur sempre presenti. Infatti, Dungeon Defenders Eternity è disponibile sul Play Store al costo di 7,39 con acquisti in-app integrati.

Che Trendy Entertainment abbia bisogno di soldi è un dato lampante: siamo convinti, però, che la lealtà dei fan vada premiata e messa davanti a tutto. Riuscirà l’azienda floridese a farsi perdonare in qualche modo? Ad una futura prova l’ardua sentenza, ma intanto sembra che lo studio stia facendo di tutto, tra una patch e l’altra, per sistemare ed ampliare l’offerta ludica accontentando un po’ tutti. Staremo a vedere.

Google Play Badge