commandr head

Commandr si aggiorna, rimuove il “salva una nota” e diventa offline

Nicola Ligas

Commandr, un’app recentemente salita sotto le luci della ribalta in seguito anche all’espansione di “Ok Google”, ha ricevuto un importante aggiornamento passando alla versione 2.0, che elimina la necessità del suffisso “salva una nota” e soprattutto porta i comandi vocali offline.

LEGGI ANCHE: Commandr, l’estensore di funzionalità per Google Now (foto)

Commandr permette infatti di aggiungere ulteriori azioni a quelle eseguibili da Google Now, ma prima dovevamo pronunciare qualcosa del tipo “OK Google, salva una nota accendi la Wi-Fi”, rendendo la frase più lunga e macchinosa del dovuto, ma adesso è possibile rimuovere la “nota a sé stessi”, a patto di concedere permessi extra all’applicazione. Ma vediamo cosa dice in merito il changelog completo:

  • Non è più necessario dire “salva una nota” grazie ad un workaround che sfrutta i permessi dati dall’accessibilità. (“salva una nota” rimane comunque attivo per coloro che non volessero dare gli ulteriori permessi)
  • Eliminata l’attesa nel salvataggio delle note.
  • I comandi funzionano tutti offline
  • Bug e Crash fix

Aggiornamento piuttosto corposo, che non risolve del tutto occasionali bug e impuntamenti, che comunque sembrano dipendere molto dalla situazione e dal dispositivo. Fateci sapere come si comporta sul vostro, dopo aver scaricato Commandr tramite il badge sottostante.

Google Play Badge