Swype hack

Il sito di Swype hackerato da un gruppo pro-palestinesi

Lorenzo Quiroli

Se per caso vi foste diretti oggi o ieri sul sito internet ufficiale dell’applicazione Swype vi sarete accorti che c’è qualcosa di strano in esso: in realtà non è affatto difficile da notare visto l’unica pagina disponibile contiene uno sfondo nero e alcune frasi pro-palestinesi.

Pare infatti che un gruppo che rivendica l’appartenenza allo schieramento palestinese abbia preso il controllo del sito; il tag #OpSaveGaza è stato lanciato l’11 luglio e incita gruppi di hacker a prendere il controllo di siti israeliani per esporre il proprio punto di vista, così come successo per Swype, che ormai da molte ore è in questo stato.

LEGGI ANCHE: Swype vs Swiftkey vs Tastiera Google

Non ci addentreremo in giudizi su ciò che sta accadendo alla striscia di Gaza, ma speriamo che Swype, i cui sviluppatori, fino a prova contrario, non hanno fatto del male a nessuno, possa riprendere presto il controllo del proprio sito web.

In caso voleste vederlo, a vostro rischio e pericolo, potete accedere al sito attraverso questo indirizzo (sappiate che partirà della musica non appena lo si apre).