Chromecast mirroring

Mirroring su Chromecast, la nostra prova (video)

Nicola Ligas

Disponibile da un paio di giorni, non abbiamo saputo resistere alla tentazione di provare il mirroring da Android su Chromecast e, per quanto il supporto sia ancora abbastanza limitato, dobbiamo ammettere di esserne rimasti molto più soddisfatti di quanto avremmo pensato a priori.

Come forse saprete, il sottoscritto ha un particolare pallino per il mirroring: in passato abbiamo provato i maggiori dispositivi miracast in commercio, senza che questi riuscissero a convincerci del tutto. Ironia della sorte, è stata una pennina cinese, il Tronsmart T1000, a darci un barlume di speranza, e Chromecast l’ha ora rinvigorita ulteriormente.

LEGGI ANCHE: Ecco i dispositivi compatibili con il mirroring su Chromecast

Intendiamoci: il mirroring di Chromecast non è perfetto, ma anche sotto stress riesce comunque ad essere soddisfacente, e sebbene la possibilità di lag occasionali non possa essere esclusa a priori, anche un po’ di sano gaming non darà grandi problemi, a patto di avere un dispositivo abbastanza potente.

Difetto principale: il dispendio energetico. Su Nexus 5 abbiamo registrato un consumo che si aggira sull’1% di batteria al minuto, se usato intensamente, quindi vi conviene munirvi di un alimentatore per lunghe sessioni.

Per 35€ insomma, Chromecast si conferma uno degli accessori per TV dal miglior rapporto qualità / prezzo del mercato, sopratutto se pensate che i vari dongle miracast più blasonati costano facilmente il doppio. Peccato solo per la scarsa compatibilità al momento, rimediabile se avete i permessi di root.

Nel video seguente abbiamo stressato Chromecast con lo streaming di un mkv a 1080p con sottotitoli incorporati e con vari giochi. Il risultato? Giudicatelo voi.

video