google glass final

“I Google Glass sono una risposta, non la risposta”, parola dell’ex capo del progetto

Nicola Ligas

Babak Parviz, direttore di Google X e precedente capo del progetto Google Glass, non ha parole troppo lusinghiere per gli occhiali di Google, affermando che sono “una risposta” ma non necessariamente “la” risposta; non quella definitiva.

LEGGI ANCHE: Google Glass alla presentazione londinese

Parviz ha poi rivelato che uno dei  Glass è stato per velocizzare i tempi necessari per effettuare una ricerca sul web, cosa che per la verità ora viene fatta altrettanto agevolmente da Android Wear, anche se questi ultimi dispositivi per ora non sono dotati di connessione autonoma ad internet (i Glass hanno comunque il Wi-Fi).

In ogni caso le sue stime non sono troppo ottimistiche: “tra 15 anni la gente andrà a giro con qualcosa (di tecnologico. NdR) sulla propria testa,” non è esattamente quello che ci aspetteremmo da un adepto dei Google Glass, e se i dubbi ci sono “in casa”, figuriamoci fuori.

Google in effetti continua a non farci sapere cos’abbia davvero in mente per i suoi occhiali smart, che sembrano sempre ad un passo dal completamento del loro ciclo Explorer, ma che ancora non sono disponibili nella versione definitiva al grande pubblico, e non abbiamo idee precise su quando lo saranno.

Fonte: CNet
Google Glass