task locking i-o

Android L introdurrà Task Locking, una funzione per usare Android in chioschi, scuole, uffici, ecc.

Nicola Ligas

In Android L inoltre, Google introdurrà una funzione chiamata Task Locking, che permetterà ad una singola app di “prendere possesso dell’interfaccia” ed evitare che l’utente (o il sistema stesso ed altre app) possa cambiare app, impedendo anche di vedere le notifiche.

Android deve essere opportunamente personalizzato per poter sfruttare il task locking, scegliendo quale applicazione sarà in grado di attivare (e disattivare) la modalità lock all’esigenza. In tale modalità, ci sarà solo quell’app in esecuzione e nient’altro: niente notifiche, niente pulsanti per cambiare app (home e multi tasking), e solo l’app selezionata sarà in grado di avviare ulteriori attività.

LEGGI ANCHE: Android L, le novità principali

Non immaginatevi una simile funzione su smartphone e tablet, quanto su dispositivi collocati in luoghi pubblici (punti informazioni, chioschi, ecc.), nelle scuole, negli ospedali, negli aeroporti, o legati a particolari business e attività. Dispositivi con funzioni molto specifiche, nei quali spesso girano varianti di Microsoft Windows, e che in futuro potrebbero vedere opportune versioni modificate del robottino, senza che poi l’utente finale nemmeno se ne accorga.

È insomma un ulteriore passo per portare Android davvero ovunque, non “solo” su smartphone, tablet, orologi, auto e televisori. Come se già questi ultimi non bastassero.

Via: Android Police