qualcomm

Qualcomm fa rimuovere 116 repository su Github, poi si scusa e fa marcia indietro

Lorenzo Quiroli

È una vicenda davvero incredibile quella che ha coinvolto in prima persona Qualcomm durante gli ultimi giorni: l’azienda americana ha infatti fatto rimuovere da internet ben 116 repository su Github appartenenti a vari sviluppatori CyanogenMod, Sony e altri ancora.

L’azione è stata svolta da una compagnia chiamata Cyveillance, compagnia specializzata assunta da Qualcomm per svolgere quel lavoro, ma evidentemente non così brava; peccato solo che i DMCA siano stati inviati persino a file che la stessa Qualcomm aveva rilasciato, il che ci fa pensare sia stato utilizzato un bot per inviare queste richieste, a meno che non si tratti di pura e semplice incompetenza.

LEGGI ANCHE: Snapdragon 810 con tecnologia WiGig

Alcuni dei repository non sono ancora tornati online, ma Qualcomm si è scusata per l’accaduto e ha promesso che presterà maggiore attenzione in futuro; se infatti prima di inviare le richieste di rimozione avesse parlato con i proprietari dei repo, probabilmente la situazione sarebbe stata chiara fin da subito e Qualcomm avrebbe evitato questa figuraccia.

Fonte: AndroidPolice
qualcomm