Moga Pro Power

Moga Pro™ Power, la nostra prova del controller che ricarica lo smartphone (foto e video)

Nicola Ligas -

Moga Pro™ Power è un controller per smartphone (e non solo) che si contraddistingue per l’ottima qualità costruttiva, per l’ampio braccio in cui alloggiare il nostro smartphone, e per la particolarità di poter ricaricare il telefono durante le sessioni di gioco, grazie all’ampia batteria da 2.200 mAh del gamepad stesso.

Costruzione e qualità – Il controller ha un’ottima ergonomia ed impugnatura, facilitata dalla sua forma che favorisce la presa con le mani. Realizzato in plastica rigida opaca ovunque, tranne nella zona attorno ai controlli, dove la plastica lucida gli dona un tocco di eleganza in più, pur essendo molto prona a trattenere le impronte digitali.

I due stick analogici sono di prima qualità, ottimi nella risposta al tocco e molto leggeri; un po’ meno curato il D-pad, forse più rumoroso del dovuto, mentre sono molto buoni tutti i pulsanti, in particolare i due trigger posteriori L2 ed R2, che hanno un’ampia corsa, una buona resistenza alla pressione e riescono anche a bilanciare bene il controller, al punto che, poggiato su un piano, non cade nemmeno con uno smartphone inserito nel suo supporto (nella maggior parte dei casi).

LEGGI ANCHE: Thumbies, i controlli a ventosa per smartphone (foto e video)

Forme e dimensioni ne penalizzano un po’ la portabilità, rispetto magari a controller simili, come quello di Samsung (vedi immagine qui sotto), ma di certo lo rendono anche migliore sotto il profilo dell’ergonomia e della qualità di controllo.

Moga Pro Power 14

I bonus per il gaming – Il braccio centrale serve appunto ad alloggiare il nostro smartphone durante le sessioni di gioco: Moga lo chiama Arm™, con tecnologia S.M.R.T. Lock. Al di là dei nomi, si tratta di un braccio in grado di ospitare smartphone fino a 9,5 cm di larghezza (da un minimo di circa 5 cm), quindi in pratica qualsiasi telefono e anche qualche piccolo tablet volendo. La stabilità è buona, ma la presa sullo smartphone non è serratissima, il che da una parte ne facilita l’inserimento e la rimozione, ma dall’altra implica che non dovrete agitarvi troppo durante il gioco, anche in relazione a dimensioni e peso del vostro modello, se non vorrete rischiare troppo.

Sul retro abbiamo due porte: una micro USB per ricaricare il controller stesso, ed una USB per ricaricare lo smartphone con cui stiamo giocando (i due cavi sono entrambi in dotazione). Da notare che, se il Moga Pro™ Power sta ricaricando lo smartphone, non può a sua volta essere ricaricato nello stesso momento, il che in parte limita questa funzionalità e non ci consente di giocare all’infinito.

Incluso nella confezione abbiamo anche uno stand per tablet (vedi galleria a fine articolo), che potrete utilizzare per giocare comodamente anche su schermi più grandi, e che è in grado di sostenere tranquillamente anche un 10”, il cui unico difetto è che l’angolo di inclinazione non è regolabile.

Moga Pivot – L’accoppiamento con lo smartphone avviene tramite Bluetooth, ma richiede anche un’app dedicata: Moga Pivot, che vedete illustrata qui sopra. Essa è anche una sorta di vetrina per tutti i giochi Moga Enhanced (da usare con la “modalità A” del gamepad), ma ciò non significa che quelli non elencati non funzionino.

Inoltre, grazie alla “modalità B”,  è possibile mappare i comandi di gioco su Moga per tutti quei giochi che supportino i driver HID (Human Interface Device), come ad esempio la maggior parte degli emulatori, in modo da estendere ulteriormente il gaming tramite Moga. In ogni caso troverete degli esempi di funzionamento nel video a fine articolo.

Google Play Badge

Disponibilità e prezzo – Il prezzo di Moga Pro™ Power è tutto sommato buono, se paragonato alla qualità del controller: 71,99€ su Expansys.it. A seconda delle vostre esigenze, può essere conveniente anche l’analogo Moga Pro (molto simile, ma non supporta la ricarica dello smartphone), che costa 50,99€.

video