uber head

Uber, il servizio di trasporto alternativo ai taxi (foto)

Leonardo Banchi

Se non siete amanti del mare, e questa estate deciderete di trascorrere le vostre vacanze in una fra le stupende città d’arte che sono Roma e Milano, probabilmente potreste avere bisogno di appoggiarvi a un qualche tipo di trasporto che non sia la vostra automobile. Dopo tutto il clamore suscitato fin dal proprio lancio in Italia, è quasi impossibile non pensare a Uber.

LEGGI ANCHE: Google Now vi sveglierà alla fermata giusta

Partiamo con un po’ di storia, per chi non fosse al corrente della situazione: Uber, azienda con sede a San Francisco, consente di prenotare un servizio alternativo ai classici taxi, riservando la propria automobile con autista tramite un sms o con l’omonima applicazione. Questo, poiché in Italia la possibilità di offrire un servizio taxi è vincolata al possesso della relativa licenza, ha ovviamente generato molte discussioni riguardo la liceità dell’offerta, che ancora non sono giunte a una conclusione definitiva.

Allo stato attuale, Uber risulta comunque attivo proprio nelle due città italiane di Roma e Milano. Grazie a questa applicazione, quindi, se vi trovate in una di esse potrete facilmente prenotare il vostro trasporto: alla prima apertura vi verrà chiesto di effettuare la registrazione, inserendo un indirizzo email e una password oppure sfruttando il login tramite Google+. Dopo di essa, per proseguire dovrete inserire i dati di un metodo di pagamento, a scelta fra carta di credito, carta prepagata o PayPal.

Una volta conclusa la registrazione potrete iniziare a usare l’applicazione: l’interfaccia è molto ben strutturata, e presenta prima di tutto una mappa con la vostra localizzazione, ottenuta automaticamente grazie al GPS. Da qui potrete facilmente vedere se ci sono automobili vicino alla vostra posizione e visualizzare un preventivo della tariffa, selezionando il tipo di trasporto che preferite (la scelta è fra una berlina e un minivan), la destinazione ed eventualmente inserendo un codice promozionale. Il pagamento avverrà poi a viaggio terminato, direttamente dal vostro cellulare e senza scambi di contanti con l’autista.

Grazie a uno swipe laterale potrete inoltre accedere al menu delle impostazioni, dove avrete modo di modificare i dati del vostro profilo, rimuovere o modificare i metodi di pagamento e gestire i codici promozionali in vostro possesso.

Purtroppo, l’applicazione soffre la mancanza di alcuni servizi presenti invece sul sito, come la possibilità di avvalersi del servizio UberPop, che permette di usufruire di tariffe ridotte, grazie all’uso di autisti selezionati tramite un test, ma che non lo siano di professione. Oltre a questo, altrettanto importante è la mancanza delle tariffe fisse, che permettono di effettuare spostamenti lungo particolari tratte ad un prezzo invariabile.

A seguire vi lasciamo quindi il badge per il download gratuito e una galleria di immagini, ma vorremmo conoscere anche la vostra opinione: avete fatto uso dell’applicazione e di questo servizio? Come vi siete trovati? Fatecelo sapere nei commenti!

Google Play Badge