Un obiettivo chiave (1)

Pronti a scattare in ogni momento, con “Un obiettivo chiave” (foto)

Leonardo Banchi

Avete spesso necessità di scattare foto al volo, senza poter aspettare neanche un secondo? Se il vostro futuro di fotografi d’assalto, fino ad adesso, è stato ostacolato dalla necessità di dover aprire l’applicazione della fotocamera per catturare gli attimi più significativi, da oggi potrete tirare un sospiro di sollievo grazie a “Un obiettivo chiave

LEGGI ANCHE: Android L e la fotografia: ecco cosa cambia

Fast camera, o “Un obiettivo chiave” nella traduzione italiana, nasce infatti con lo scopo di velocizzare gli scatti, avendo sempre a disposizione un tasto per catturare l’immagine qualsiasi cosa stiamo facendo: grazie a questa applicazione un piccolo pulsante flottante sarà sempre presente in sovraimpressione, pronto per immortalare immediatamente gli eventi a cui stiamo assistendo.

Il funzionamento è quindi più che immediato: premendo questo tasto l’applicazione provvederà a registrare ciò che è inquadrato dall’obiettivo in quel momento. Questo crea, ovviamente, qualche piccola difficoltà nell’inquadrare in modo preciso, visto che non abbiamo modo di sapere prima cosa sarà visibile nella foto, ma permette di scattare con una velocità irraggiungibile per qualunque altra applicazione.

Il menu delle impostazioni offre inoltre varie possibilità: potremo regolare grandezza e trasparenza del tasto, per essere sicuri di averlo a disposizione senza renderci più difficile la visualizzazione delle altre applicazioni, o addirittura programmarne la scomparsa o il richiamo grazie a uno scuotimento del cellulare.
Qualche possibilità, inoltre, è presente anche sul piano fotografico: potremo decidere di usare la modalità silenziosa, per scattare senza il rumore dell’otturatore, avere conferma della riuscita dello scatto tramite una piccola vibrazione, e programmare la visualizzazione di una anteprima dopo di esso.

Se l’utilizzo è molto comodo, a soffrire un po’ è invece la qualità delle foto: oltre all’ovvia difficoltà di inquadratura abbiamo riscontrato qualche limite a causa della mancanza dell’autofocus, caratteristica in lavorazione e della quale è previsto l’arrivo in futuri aggiornamenti. Nel frattempo, è possibile migliorare i risultati impostando un piccolo ritardo nella cattura dell’immagine (un secondo è più che sufficiente) che permette all’applicazione un miglior controllo dell’obiettivo, rende le foto più nitide e risolve anche un saltuario problema che, durante i nostri test, ha fatto sì che alcune foto risultassero completamente nere.

Vi lasciamo quindi a seguire una galleria di immagini e il badge per il download gratuito di questa applicazione, che vi permetterà di non perdere più neanche un secondo degno di essere immortalato.

Google Play Badge