Audio Finale

I miglioramenti audio di Android L: USB Audio, latenza ridotta, migliore sampling e altro

Nicola Ligas -

audio-aliasing-android 2

Dopo l’approfondimento sulle potenzialità fotografiche di Android L, vediamo anche cosa cambia in materia di audio, un’altro punto molto atteso sul quale non mancheranno novità interessanti.

LEGGI ANCHE: Le novità fotografiche di Android L

  • Ridotta la latenza audio: Kitkat ha introdotto OpenSL per ridurre il ritardo audio, ma con Android L arriva Audio patch-panel che assicura latenze assai più basse (circa 20 ms) che dovrebbe permettere l’audio real-time per la prima volta
  • 24 bit per sample: il sampling cresce da 16 bit PCM a 24 bit (alcuni telefoni già lo supportavano grazie al proprio produttore)
  • 96 khz sampling rate: anche lui sale, da 44khz/48khz.
  • Floating point per il Sampling: l’intero sistema audio è floating point compatibile, i cui vantaggi dovrebbero essere: No audio clipping, migliore precisione / qualità, migliore range dinamico.
  • Migliore Resampling: Android L migliore l’interpolatore lineare usato per il resampling degli stream audio. In poche parole, tutti i file audio che ne avranno bisogno avranno una resa molto migliore che non in precedenza.
  • Migliorato l’A/V sync: Android ha problemi di sync audio-video (nell’ordine dei 10 – 100 ms) da lungo tempo, ma non più con Android L.
  • USB audio: sarà finalmente ufficialmente supportato (qui un elenco parziale di compatibilità)
  • Miglioramenti alle API per garantire strumenti più potenti agli sviluppatori.

Tenete conto che parliamo sempre di una preview, quindi non è detto che nella release finale le novità non siano ancora maggiori.

Fonte: Geeknizer