Android L presentazione 16

Project Volta e ART: la chiave per velocità e autonomia in Android L

Nicola Ligas

La chiave per un aumento di performance, ma anche di autonomia, in Android L, porta il nome di Project Volta e ART.

La seconda è la nuova runtime che andrà del tutto a sostituire la Dalvik, che presenta migliore gestione della memoria, maggiore velocità, e maggiore flessibilità.

LEGGI ANCHE: Le novità di Android L

Project Volta invece si occupa specificamente della gestione della batteria, ed includerà un battery saver integrato, in grado ad esempio di ridurre il clock della CPU, spegnere i dati in background, ed altre misure per il risparmio energetico, come ad esempio una diversa allocazione dei task, che entrino automaticamente in funzione sotto una certa soglia (o che potremo forzare in qualsiasi momento).

Google ha mostrato anche un nuovo tool, chiamato Battery Historian, che aiuterà a identificare quei task che potrebbero richiedere troppa energia, e che l’azienda sta già usando per ottimizzare le Google App. Vedremo i risultati una volta in possesso della release L, ma per ora Google parla di circa un’ora e mezzo in più di autonomia su Nexus 5, il che non è poco, sempre se la stima si rivelerà affidabile.

Google I/O 2014google IO