Android TV The Verge Hands On (1)

Android TV: hands-on della versione del robottino verde dedicata ai grandi schermi (foto e video)

Giorgio Palmieri -

L’espansione di Google verso i grandi schermi ha un passato altalenante ma, dopo quel gustoso appetizer che è stato Chromecast, l’azienda è ora pronta a fare sul serio. Il keynote di oggi ne è la dimostrazione lampante, con l’annuncio e la presentazione di Android TV, una nuova piattaforma che combina i servizi offerti da Google Play con l’intrattenimento da salotto. Ed è quindi giunto il momento di metterci le mani sopra, o gli occhi al massimo, grazie ai colleghi di The Verge.

LEGGI ANCHE: Gameloft pronta con nove giochi ottimizzati per Android TV

Ciò che incuriosisce di primo acchito è l’approccio scelto dall’azienda di Mountain View. È tutto più accessibile, più organizzato rispetto alle vecchie Google TV, con una schermata che mostra le applicazioni installate e quelle suggerite da Google Play. Interessante anche il notevole spazio dedicato al gaming, dove fa capolino il buon Bombsquad, notizia che non può far altro che farci piacere.

Per stimolare la curiosità dei presenti e degli sviluppatori, e per consentire loro di creare applicazioni specifiche, la compagnia ha mostrato un hardware di referenza simile nelle forme all’Apple TV, con tanto di gamepad. Quest’ultimo ricorda senz’altro i più comuni controller per PlayStation e Xbox, ed è palese il richiamo al joypad di OnLive.

Nonostante il breve tempo passato con Android TV, Il team di The Verge ci assicura che l’intero sistema è incredibilmente fluido: passare da un gioco all’altro, o da un’app all’altra, navigare tra i menù, praticamente tutto coesiste con naturalezza, e anche il gamepad si è dimostrato ottimo nel feedback e nei tasti.

Che Google abbia finalmente imboccato la strada giusta per l’intrattenimento in salotto? Il binomio accessibilità-organizzazione e i tanti servizi sembrano offrire finalmente un sistema solido, ove i clienti possono trarne un concreto vantaggio. Rimane l’incognita dell’Italia e di cosa, come, quando e se verrà reso disponibile nelle nostre lande, ma per ora godiamoci l’annuncio e l’effettiva qualità del progetto con il sorriso sulle labbra.

Via: The Verge
Google I/O 2014google IO