yo head

State pensando ai vostri amici? Mandategli un “Yo”! (foto)

Leonardo Banchi -

Prima dell’arrivo dei messaggi via internet, prima di Whatsapp, Facebook, e di tutte le altre applicazioni che ci permettono di scriversi gratuitamente, c’è stato un tempo in cui i messaggi si pagavano, e anche salati: non esistevano offerte con centinaia di SMS inclusi, e pure le telefonate minavano il portafogli con lo scatto alla risposta e un costo decisamente più alto di quello odierno. Nacque così lo squillo, un modo per comunicare senza parole, per far sapere a qualcuno che gli stavate pensando o per dargli l’ok su qualche argomento già noto. Questa usanza si è poi persa col tempo, ma a riportarne in vita l’ideale ci pensa “Yo“.

LEGGI ANCHE: Scambiare messaggi criptati che si autodistruggono grazie a Confide

Yo vi propone infatti una comunicazione senza fronzoli, talmente essenziale da utilizzare una sola parola: il saluto “yo“. Come suggerisce la descrizione su Google Play:

  • Volete dare il buongiorno a qualcuno? Semplicemente, “Yo”
  • Volete comunicare “Ti sto pensando“? “Yo”
  • Va tutto bene?” “Yo”

La coloratissima interfaccia si sposa bene con questo obiettivo: nella schermata principale troverete l’elenco di tutti i vostri contatti e il tasto per aggiungerne altri tramite il loro nickname. Sarà sufficiente un tap sul nome di uno di loro per inviargli un “yo”, mentre con uno swipe laterale potrete bloccare quelli troppo rumorosi.

Fra le opzioni, invece, troviamo la possibilità di invitare nuove persone condividendo l’applicazione, il menu per sbloccare i contatti e il conteggio dei vostri “yo”.

L’unico neo di questa applicazione è la necessità di aggiungere i propri contatti attraverso il loro nickname, che quindi prevede un altro tipo di comunicazione per poterserlo scambiare. A parte questo, la troviamo veramente simpatica, anche se difficilmente potrà sostituire la messaggeria istantanea alla quale siamo ormai abituati.

Vi lasciamo quindi a seguire il badge per il download gratuito e una galleria di immagini, e mandiamo a tutti un saluto. Anzi: “yo”.

Google Play Badge

 

AGGIORNAMENTO: L’applicazione, dopo la sua rapida crescita di popolarità, sta avendo dei problemi di sicurezza: tre studenti sono riusciti a violarla, accedendo così alla possibilità di fare spoofing di messaggi e notifiche popup. Il problema più serio, però, è che pare che sia possibile accedere ai numeri di telefono degli utenti di Yo. Lo sviluppatore ha confermato i problemi e promesso un aggiornamento “nelle prossime ore” per risolvere la vulnerabilità. FONTE: TheVerge.