waveguide-sensor-in-iphone[1]

I prossimi telefoni potrebbero avere dei sistemi anti-clonazione integrati nel vetro

Nicola Randone -

Il vetro del nostro smartphone è al momento un semplice strumento che ci permette di interagire con le funzionalità del dispositivo ed attraverso il quale guardare le immagini o eseguire delle funzioni con il semplice tocco, ma nulla al di fuori di questo.

Pare tuttavia che questa semplice tecnologia potrebbe essere interessata, fra qualche anno, a delle importanti innovazioni: i ricercatori  del Politecnico di Montreal hanno infatti sviluppato dei sensori posizionati sotto la superficie dei Gorilla Glass, quest’ultima una tecnologia utilizzata da molti dispositivi mobili, in grado di rilevare le modifiche della luce grazie ad una incisione tramite il laser (immagine in figura) di vere e proprie “waveguide” ottiche.

LEGGI ANCHEEcco un’alternativa per schermi “indistruttibili”

Considerato il fatto che siamo abituati a considerare il vetro come una semplice superficie trasparente, tali sensori potranno gestire operazioni mai tentate su alcun dispositivo di questa natura,  permetteranno ad esempio di rilevare le variazioni di luce ed utilizzarle ad esempio nel calcolo della temperatura o ancora permetteranno ai produttori di costruire vetri con un preciso modello ottico che renderebbe molto più difficile clonare un dispositivo ed il suo contenuto.

I vantaggi di questa tecnologia stanno principalmente nel fatto che trattandosi di fotoni, queste “waveguide” possono essere posizionate anche su più pile in uno stesso schermo senza oscurare l’immagine: da un certo punto di vista possiamo iniziare a parlare di elettronica trasparente, un concetto decisamente futuristico che si appresta a diventare realtà.

Al momento non ci sono conferme su di un prossimo utilizzo di tali sensori nei Gorilla Glass tuttavia il Politecnico di Montreal sembra essere orientato ad integrare la tecnologia in dei gadget che potrebbero essere prodotti entro un anno. Da qui alla possibilità per gli smartphone di adottare una tecnologia capace di rendere gli con schermi intelligenti come l’elettronica sotto, a nostro parere potrebbe mancare davvero poco.

Se desiderate approfondire il concetto sopra trattato vi consigliamo di consultare la pagina di Optics InfoBase (in lingua inglese).

Fonte: Engadget