android wear dev tip 1

Google rilascia un filmato introduttivo su Android Wear (foto e video)

Nicola Ligas -

Android Wear è prossimo all’arrivo, o meglio, lo sono i primi smartwatch basati su di esso, e Google ne approfitta per pubblicare un video che riepiloga un po’ tutto (e un po’ nulla) sul suo OS per dispositivi indossabili.

L’accento viene posto principalmente sulle notifiche, che funzioneranno su Android Wear senza dover modificare il codice pre-esistente dell’app su Android: basterà aggiungere poche righe di codice, e sull’orologio avremo le stesse notifiche che arriveranno sullo smartphone, per di più con le stesse impostazioni (se saranno notifiche ricche sul telefono, lo stesso varrà anche sull’orologio, e se ad esse sarà associata una vibrazione, vibrerà anche lo smartwatch).

LEGGI ANCHELG Italia presenta LG G Watch

Sostanzialmente ci sono tre tipi di notifiche che potremo visualizzare sul Android Wear, e queste richiedono un minimo di coding in più da parte dello sviluppatore:

  • Stack, ovvero notifiche multiple
  • Pages, cioè più di una schermata per singola notifica (stack e pages possono essere combinate assieme)
  • Replies, potremo rispondere ad una notifica con delle azioni predefinite (es. SMS o altro) o con i comandi vocali

Se invece uno sviluppatore volesse realizzare app che girino direttamente sul wearable, ci sarà bisogno di uno specifico SDK che arriverà a breve, probabilmente in concomitanza con il Google I/O della prossima settimana, ma è evidente come finora la spinta di BigG sia per fare di Android Wear un compendio del nostro smartphone, piuttosto che un dispositivo stand alone.

L’idea di base è quella già sentita in materia dei Glass: far sì che l’utente non debba ogni volta tirare fuori il proprio telefono di tasca, anche per le minime interazioni, e possa concentrarsi di più su ciò che accade attorno a lui. È solo un po’ buffo che chi offre in pratica solo servizi online si preoccupi della “vita vera”.

video