Sony Wireless Speaker SRS-BTV5 12

Sony Wireless Speaker SRS-BTV5, la nostra prova (foto)

Nicola Ligas -

Sony non è nuova nel campo degli speaker Bluetooth, e gli attuali Mondiali di calcio sono l’occasione giusta per rispolverare un accessorio già visto, rivisitato con i colori brasiliani.

LEGGI ANCHE: Speaker Bluetooth a 1€ acquistando alcuni smartphone Sony

Da un punto di vista tecnico all’SRS-BTV5, questo il suo nome in codice, non manca nulla: pulsanti per regolare il volume, microfono integrato con tasto per rispondere alle chiamate, jack audio da 3,5 mm ed NFC per un rapidissimo accoppiamento, posto convenientemente in cima a quello che è uno speaker dal design molto compatto e leggero.

L’autonomia delle batterie ricaricabili, tramite il cavo micro USB fornito in dotazione, è di circa 4 ore: non un record, ma considerando le dimensioni davvero contenute ci può stare. Nella confezione sono presenti anche le istruzioni d’uso in praticamente tutte le lingue del mondo, ed una piccola borsina da viaggio grigia, dove riporre lo speaker per il trasporto.

Sony Wireless Speaker SRS-BTV5 11

Le parole non dicono tutto, quindi vi invitiamo a sfogliare l’ampia galleria a fine articolo per rendervi conto della cura posta da Sony nella sua realizzazione. Peccato solo che l’attenzione per l’estetica non si sposi con un altrettanto elevato impegno nel campo della qualità audio: non fraintendeteci, considerando il tipo di prodotto è lodevole che si riesca a riprodurre la maggior parte dei brani pressoché senza distorsioni anche ad alti volumi, però i bassi risultano decisamente penalizzati su tutta la gamma, anche in confronto ad accessori simili, che magari hanno sacrificato un po’ di più dimensioni e leggerezza a vantaggio della qualità di ascolto.

In definitiva dipende tutto dalle esigenze che avete: il Sony Wireless Speaker SRS-BTV5 è a suo modo anche un oggetto “di arredo”, che ammicca ai Mondiali 2014, e che porterete anche facilmente a giro con voi ovunque, grazie a dimensioni e peso assai ridotti; basta non pretendere troppo.