Amazon Fire Phone

Amazon Fire Phone ufficiale: display 3D con “prospettiva dinamica” e Firefly (foto)

Lorenzo Delli -

Nella giornata di oggi si è tenuta a Seattle la conferenza indetta da Amazon e presieduta da Jeff Bezos per la presentazione del suo primo smartphone: l’Amazon Fire Phone. Si è speculato molto su questo dispositivo nelle ultime settimane, e già a inizio maggio erano trapelate le prime informazioni riguardanti le specifiche hardware, ma senza dubbio le caratteristiche che hanno sin da subito incuriosito maggiormente l’utenza riguardavano la presenza di una fotocamera a sei moduli e un’interfaccia tridimensionale con movimento di tipo parallasse. Vediamo se i rumor sono stati confermati o smentiti.

 LEGGI ANCHE: Amazon esalta con i numeri le potenzialità del proprio App-Shop

Bezos, nel corso della conferenza, ha dichiarato “We at Amazon like to do things a little different. A little differently as well.“, per specificare appunto che non si tratterà di un classico smartphone, ma di un qualcosa che cercherà di distinguersi dalla massa. Le caratteristiche hardware potrebbero non sembrare il punto più innovativo di questo prodotto, che mira più a fidelizzare l’utente grazie all’integrazione con i servizi di Amazon e con una serie di nuovi applicativi quali ad esempio ASAP, in grado di imparare dal nostro utilizzo per iniziare lo streaming dei file prima che vengano effettivamente utilizzati, o Firefly, in grado di riconoscere oggetti, libri, film, serie TV e musica per permetterci di acquistarli in tempo reale o di reperire informazioni a riguardo (funziona, ad esempio, anche con le opere d’arte).

Dynamic Perspective: questo il nome dell’effetto 3D del display del Fire Phone di Amazon

Si parla di un database di ben 100 milioni di elementi e pensate che Firefly ha addirittura un pulsante dedicato. Insieme all’applicativo Amazon rilascerà anche un SDK dedicato agli sviluppatori per integrarlo direttamente nelle loro applicazioni: MyFitnessPal, ad esempio, puntando al cibo, vi darà informazioni sui valori nutrizionali.

Ciò che non era stato svelato però all’inizio della presentazione è che questo Amazon Fire Phone è effettivamente dotato di un display in grado di visualizzare l’interfaccia in tre dimensioni, e l’effetto grafico denominato da Amazon “Dynamic Perspective“, da quanto riportato dai colleghi presenti all’evento, è di notevole impatto. Si parla di una sorta di 3D dinamico, che si “anima” muovendosi intorno all’immagine, non quindi quello presente nei vecchi “esperimenti” di smartphone Android con display 3D. Tale effetto è reso possibile da quattro (e non sei, come previsto inzialmente) fotocamere frontali che seguono il movimento del volto dell’utente. I possibili utilizzi sono molteplici: è stato ad esempio mostrato come sia possibile scorrere tra le pagine di un libro semplicemente muovendo la testa, o anche in un gioco mobile (pensate ad esempio ad un running game che segue i nostri movimenti per essere giocato).

Le quattro fotocamera sono in grado di percepire i nostri movimenti anche al buio, grazie ad una piccola luce ad infrarossi di cui ogni sensore è dotato. Il Fire Phone sfrutta in realtà le due fotocamere che sono in grado di raccogliere i migliori dati a riguardo dei nostri movimenti, senza quindi incappare in problemi dovuti a coperture accidentali dei sensori stessi. Anche per Dynamic Perspective verrà rilasciato da Amazon un SDK che permetterà agli sviluppatori di adattare app e giochi a questo effetto grafico davvero peculiare.

Il software, grazie anche al Dynamic Perspective, è molto più evoluto rispetto a quello presente sui Kindle Fire HDX. Durante la conferenza ci si è soffermati molto sul lock screen, ma anche sul tab cloud / device per le app e altri contenuti, sulle impostazioni e sulla barra delle notifiche.

  • SO: Fire OS 3.5 Android based
  • Display: 4,7″ IPS LCD HD (1280 x 720 pixel), 590 nit
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 800 quad-core 2.2GHz
  • GPU: Adreno 330
  • RAM: 2 GB
  • Memoria interna: 32/64 GB
  • Fotocamera posteriore: 13 megapixel, f/2.0 lens  con stabilizzatore ottico
  • Fotocamera anteriore: 2,5 megapixel+ 4 fotocamere per il Dynamic Perspective
  • Speaker: dual-stereo speaker con Dolby Digital plus
  • Connettività: LTE, Wi-Fi 802.11 ac, NFC, Bluetooth
  • Batteria: 2400 mAh
  • Dimensioni: 139 x 66 x 8.9 mm
  • Peso: 160g
  • Pulsanti dedicati: fotocamera, Firefly
  • Sim Card: Nano SIM
  • Altro: spazio illimitato su Amazon Cloud Drive per le foto, auricolari magnetici, Gorilla Glass 3

Amazon Fire Phone HD Render (1)

Disponibilità e prezzo – Amazon Fire Phone verrà lanciato negli Stati Uniti in esclusiva con AT&T al prezzo di 199$ (da 32 GB, quello da 64 GB verrà 299$) con due anni di contratto e 12 mesi di Amazon Prime. I primi esemplari saranno spediti a partire dal 25 luglio. Come specificato su Engadget inoltre, è possibile acquistare il dispositivo direttamente su Amazon (se volete curiosare eccovi serviti con il link) a 649$ (478€ al cambio attuale) per quanto riguarda la versione da 32 GB e 749$ (552€ circa) per quanto riguarda invece quella da 64 GB. Al momento non è stato annunciata la disponibilità dello smartphone al di fuori degli Stati Uniti.

Fonte: The Verge
Amazon Fire Phone