Satellite (Medium)

Google ha in programma il lancio di 180 satelliti per espandere l’accesso ad internet

Lorenzo Delli

Non è una notizia che riguarda da vicino il mondo Android, ma è comunque di relativa importanza visto che potrebbe coinvolgere anche alcune zone del suolo italiano. Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, Google sarebbe in procinto di investire una cifra superiore al miliardo di dollari per il lancio di un gruppo di satelliti, il cui obiettivo sarebbe quello di offrire l’accesso ad internet a livello globale e quindi anche alle zone non coperte o alle nazioni ancora prive di una copertura efficiente.

LEGGI ANCHE: Google Stars pubblicato per sbaglio: come installarlo (foto)

Si tratterebbe di 180 piccoli satelliti, a quanto pare dal peso inferiore ai 115 Kg, che orbiteranno ad un’altitudine minore rispetto ai classici satelliti (8000 Km circa), in modo da ridurre tempo di accesso e ping, e già si parla di una futura espansione della flotta. Nei mesi scorsi, Google ha assunto nuovi membri da compagnie impegnate nel settore per lavorare sul progetto, progetto che pare al momento capitanato da Greg Wyler, fondatore della startup O3b Network (O3b sta per Other 3 Bilion, in riferimento alla parte di popolazione mondiale senza accesso alla rete), impegnata guarda caso nel settore satellitare, in cui Big G ha investito in passato.

Non sarebbe comunque la prima volta che si parla di questo genere di progetti: in passato Google si era concentrata su un sistema di dirigibili, dedicati al medesimo scopo, ed anche la recente acquisizione di Titan Aerospace non era passata inosservata, visto anche il tentativo di Facebook di acquisire la medesima compagnia proprio per espandere l’accesso ad internet a livello globale. Dopotutto proprio l’accesso ad internet sta diventando, per molti aspetti della vita quotidiana, un bene di prima necessità e la speranza è che Google riesca davvero a portare avanti un progetto così ambizioso.

Via: The VergeFonte: The Wall Street Journal